domenica 30 dicembre 2012

GRAZIE DR. HAMER: NON FINIRO’ MAI DI RIPETERLO- TESTIMONIANZA DI UNA BIOLOGA RICREDUTA

Mi chiamo Iolanda G., ho 55 anni, sono biologa e specialista in ecologia. Sono insegnante di Scienze Matematiche, ma nel mio percorso ho avuto esperienze di informatore scientifico di farmaci ed esperienza di lavoro in laboratorio di analisi in ospedale. Pertanto ho una competenza scientifica che mi porta a valutare un percorso in maniera analitica e con la necessaria precisione.

Desidero riportare la mia esperienza relativamente alla Nuova Medicina Germanica e alle 5 leggi Biologiche della natura scoperte dal dr. Hamer, in quanto ne ho verificato personalmente la veridicità.

Nel 2006 dopo aver compreso la causa di alcune mie “patologie croniche e acute” derivate da conflitti, sono riuscita a risolverle e guarire. Posso fornire a chiunque lo desidera la dovuta documentazione (praticamente una pila enorme di radiografie, diagnosi, ecografie, ecc). Ma sono i fatti quelli che contano, e i fatti sono: “ io sto bene”.

1)  Soffrivo di sinusite e di una tosse cronica praticamente dall’età di 20 anni con spasmi laringei, stati asmatici culminanti perfino in una broncopolmonite (ricovero ospedaliero documentato).

Ho provato tutte le cure esistenti della medicina ufficiale: 3 interventi al setto nasale, antibiotici, vaccini, antiallergici, antiasmatici, antistaminici, cortisonici, cure termali. Queste terapie risolvevano minimamente i problemi e i disturbi continuavano a peggiorare. Medicine alternative: omeopatia, alimentazione, training, yoga, agopuntura con miglioramenti periodici, seguiti da brusche recidive.

Comprendendo la causa, determinata da precisi conflitti descritti con precisione da Hamer, i sintomi sono spariti del tutto da circa 5 anni. E quando qualcosa riaffiora in poche ore riesco a riportare la situazione sotto controllo. Conosco le emozioni che mi hanno causato quei sintomi, non mi fanno più paura, non mi sento più ammalata, ma solo reattiva alle emozioni, quindi viva. In pratica ho riacquistato il controllo del mio corpo.


2)  Dal 2000 ho cominciato a soffrire di gastroesofagite (diagnosi con gastroscopia) e tachicardia culminante in un episodio di tachicardia parossistica (pronto soccorso). Mi è stato consigliato l’intervento di ablazione, che fortunatamente ho rinviato. Mi è stato prescritto il gastroprotettore (omeoprazolo) che ho preso fino a al 2006 accompagnato dalle opportune diete.
La sintomatologia non migliorava, non digerivo quasi nulla, dovevo dormire con due cuscini, la sera non cenavo, e perfino una festa o un invito a cena per me risultava una tortura.

Ma grazie ad Hamer, quando ho compreso la vera causa, determinata da un preciso conflitto, i sintomi sono diminuiti gradualmente, non prendo più l’omeoprazolo, mangio tutto quello che desidero. Quando riaffiora qualche piccolissimo sintomo, conosco bene l’emozione che lo ha generato, sono serena, aspetto il concludersi del processo e riprendo la mia vita normalmente.


3)  Nel 2004 comincio a riportare sintomi dolorosi in diverse parti del corpo che mi impediranno la normale deambulazione: tenovaginite stenosante alle mani; fascite plantare piede dx e poi anche sx; dolori alle creste iliache, ai polsi, ginocchia, lombare (protusione discale L5L6) ecc. il tutto culmina con una diagnosi di fibromialgia.
Le cure prescritte sono pesantissime (rimando), decido di fare alcune sedute di agopuntura che mi alleviano la sofferenza notevolmente, ma la soluzione radicale arriva quando leggo ancora una volta Hamer.

Sono guarita del tutto, qualche dolorino ogni tanto mi riporta alla mia reattività emozionale. Sono un escursionista e speleologa, e nel periodo della malattia ho smesso del tutto la mia attività. Adesso ho ripreso la mia operatività pienamente.


4)  Nel 2002 diagnosi alla tiroide di nodulo misto (cisti con colloide al suo interno) a sx e nodulo misto a dx. Mi prescrivono tirosint che prendo regolarmente.

Ma dal 2006 comincio a comprendere anche in questo caso la causa conflittuale e qualcuno direbbe “quasi miracolosamente” il nodulo di sx sparisce. Normale per la medicina di Hamer. Il nodulo di dx rimpicciolisce o si mantiene costante, ma non mi fa alcuna paura. Conosco il suo significato.


5)  1996 nodulo - fibroadenoma seno destro, asportato chirurgicamente, ma vivo nel terrore di una recidiva, la nonna è morta con cancro al seno e cirrosi epatica (non conoscevo Hamer, mi ero convinta della famosa familiarità, non dimentichiamo che sono biologa).
Nel 2009 in prossimità dell’areola mammaria destra cisti di 5 mm con area sospetta di 3 mm con cono posteriore ipoanecogeno meritevole di approfondimento mammografico.

Il medico è allarmato, io no perché conosco la medicina di Hamer, oramai ho verificato tante e tante volte, giorno, dopo giorno. Non approfondisco un bel niente, so bene qual’è il conflitto. I conflitti non li possiamo evitare, ci insegnano a vivere, ma ho imparato a comprendere e controllare le mie emozioni, ho imparato ad essere flessibile, ho imparato soprattutto a non avere paura, ho imparato che le malattie non esistono, (una biologa fa fatica ad ammetterlo, ma adesso ne sono certa). Si anche i tumori, nel senso che sono solo reazioni alle nostre emozioni, ai nostri conflitti e dipendono anche dalla nostra modalità di percepire gli eventi. In poche parole dopo un anno e mezzo rifaccio l’ecografia e la cisti è sparita. Ma anche se fosse rimasta sono sicura che non avrebbe avuto mai il decorso previsto dalla medicina ufficiale che spesso è causato dalla paura del brutto male, dalla diagnosi infausta, dall’etichetta che gli altri e noi stessi ci affibbiamo di “malati”. Ho visto morire persone care all’interno di reparti di oncologia, e oggi sono sicura che la paura, la diagnosi infausta hanno giocato il ruolo principale.


Potrei continuare ancora perché i conflitti li facciamo continuamente, ci servono per vivere, siamo reattivi e vivi, ed io come tutti ne faccio continuamente. Ma è cambiata la mia modalità di percepire gli eventi.

La Medicina di Hamer è una grande rivoluzione, è scientifica nel vero senso della parola, non è riduzionistica, ma tiene conto della visione olistica del corpo, della mente della psiche. E’ una rivoluzione, ma chi ha studiato embriologia, istologia, evoluzione, biologia, etologia, ecologia, biochimica, fisiologia, con un approccio non settoriale, ma trasversale può riconoscere che questa non solo è scienza pura, ma è anche etica, morale, comportamento, socialità, relazione. In una parola impari a vivere realmente.


Ma non mi illudo, passeranno ancora molti anni. Galileo Galilei insegna.

Avendo lavorato come informatore del farmaco conosco bene certe dinamiche, i protocolli, la ricerca sui farmaci, la sperimentazione, l’approvazione e la registrazione di un farmaco, in poche parole il business.
Se si considera evoluta una società che inventa un virus H1N1 per vendere vaccini, allora siamo ancora all’età della pietra.
Se si considera corretta una informazione che non fa scattare lo scandalo mediatico per quel virus, siamo ancora all’ABC dell’informazione.
Ma sicuramente è più facile farlo scattare per la medicina di Hamer che non promuove grandi interessi economici, ma che piuttosto, per forza di cose, da fastidio al business del farmaco.


Ho scritto questa lettera perché ancora credo che la corretta informazione possa esistere in Italia e nel mondo.
Ringrazio per l’attenzione
Iolanda G.

(una persona che ha ripreso il controllo della sua vita grazie alla medicina di Hamer).

11 commenti:

  1. Sempre testimonianze ultra interessanti!
    Grazie infinite!
    Un radioso 2013!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie per questa bella testimonianza!!!
    Olga

    RispondiElimina
  3. Incredibile! Grazie per la tua testimonianza, per il coraggio e la tua apertura mentale. Ho la Sclerosi Multipla e so che guariro' anch'io. Coraggio!!
    Un abbraccio e buon anno nuovo.
    Giuliana

    RispondiElimina
  4. Cara Iolanda interessandomi all’argomento e cercando su internet, malgrado vorrei credere ciecamente a tale meraviglioso metodo rispettoso di ogni essere vivente, incappo di continuo su testimonianze in entrambi gli opposti, così come sulle scie chimiche non se ne arriva a una!!
    Credo che tutte le persone come te, farebbero bene a rendere pubblici i referti, diagnosi, radiografie ecc. nonché i nomi dei medici della medicina tradizionale.
    Questo non per sminuire ciò che credo tanti medici fanno in buona fede, ma per aiutare l’evoluzione dell’umanità, del resto ammesso la veridicità della tua testimonianza, nessuno potrebbe smentirla.
    Ma che dicono i medici ora che sei guarita?
    Monica

    RispondiElimina
  5. Mi sono accorta solo ora dell'inserimento della mia testimonianza in questo sito, e ringrazio.
    Ogni contributo può essere utile per la ricerca e il raggiungimento della verità.
    Anche se con ritardo rispondo a Monica alla domanda: cosa dicono i medici?
    Nel mio caso le risposte dei medici sono variegate.
    Qualcuno ti risponde: la medicina non ha mai detto che dalle patologie che tu avevi non si possa guarire. Esistono infiniti casi di regressione spontanea, che la medicina ufficiale spiega proprio con la frase "regressione spontanea". E questo è vero! Tuttavia non ti spiegano il perché, e la ricerca non da spiegazioni in merito. E siccome sei guarita o comunque stai bene, nessuno si pone domande. Inoltre non si tiene conto che da decenni, non riuscivo a venirne fuori con tutte le cure ufficiali e non? E poi gradualmente......
    Le leggi biologiche danno risposte in merito, ma devi aver intrapreso questo percorso per comprendere.
    Qualcuno mi guarda con sospetto o aspetta il follow up, le recidive, le degenerazioni. (Aspettano già da più di 6 anni.....e che aspettino ancora!!!). In particolare l'endocrinologo mi invita a tenere sotto controllo la situazione ormonale tiroidea millimetricamente (TSH, FT3, FT4, prolattina ecc) dando enorme rilevanza alle piccole variazioni che io considero del tutto normali perché rispondono ai miei stati emozionali, ma per lui assumono grande importanza. Sono valori nella norma e tal volta border line, e lui ne fa una tragedia. Puro terrorismo. Continuo a vederlo perché è un amico di famiglia e tiene in cura mia madre di 82 anni che ha un gozzo, che guarda caso in questi ultimi anni è regredito moltissimo. Ha solo qualche valore ormonale fuori posto. Lui si stupisce, ma non si muove dalla sua posizione. In passato ho provato a spiegare, ha voluto pure alcuni testi, ma la volta successiva ho trovato un muro. Penso, che i fatti, relativi ai nostri evidenti miglioramenti, stiano aprendo piccole brecce in lui, ma ha difficoltà a integrare nuove informazioni o destrutturarsi.
    Lo comprendo perfettamente, perché come biologa, inizialmente la comprensione delle leggi biologiche mi ha destabilizzata alquanto. Hai la sensazione di dover demolire le tue certezze e far posto ad altre. Questo è un passo difficile o addirittura impossibile per molti.
    Io pian piano ho cominciato ad integrare queste informazioni, soprattutto da quando seguo la formazione.
    Ho cominciato ad avere nuovi occhi per osservare che la scienza ufficiale si avvale di statistiche dove non c'è mai il 100% , pertanto qualsiasi guarigione viene annoverata nella restante parte percentuale o in casi estremi attribuita al miracolo. Il vero cambiamento può farlo il paziente... "Il paziente attivo e responsabile" che impara a gestire la sua salute in maniera evoluta, informandosi, crescendo. Esiste una formazione in Italia gestita da numerosi operatori. Io sto seguendo quella di Marco Pfister e Simona Cella e la mia vita è cambiata. http://www.formazione5lb.eu. http://www.saluteattivaonlus.it.
    Parecchi stanno facendo questo percorso, anche numerosi medici o operatori del sistema sanitario. Il tempo darà ragione alle LEGGI BIOLOGICHE. E sono anche certa che questo è solo l'inizio. Dimenticavo di aggiungere che "io sto ancora benone" ed ogni sintomo di qualsiasi natura dura o pochi giorni o al massimo alcune settimane. Sarà fortuna?
    Iolanda G

    RispondiElimina
  6. Ciao Iolanda,ho letto un tuo post a proposito dell Dott Hamer e di un nodulo alla tiroide! Io ho un nodulo tossico iperfunzionante di piccole dimensioni, ho cercato la spiegazione di Hamer ma l ho trovata un po' troppo stringata o comunque forse non ho letto tutto ciò che c era da leggere! tu sai darmi qualche notizia in più? Volevo scriverti sull'email ma non riesco a trovaarla! Grazie mille Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conflitto: qua bisogna fare qualcosa in fretta ma nessuno fa niente, si attiva il metabolismo tramite travaso parossistico di tiroxina nel sangue, conseguente tachicardia ecc. In soluzione fastidiosissimo prurito.

      Elimina
    2. Cara Iolanda, ho la polmonite e cercavo quale poteva essere la causa v il dott. Hamer. Ho letto il tuo post ei ha colpito il punto in cui hai parlato della paura, dei danni che provoca. Ma come si fa a smettere di avere paura? Sono anni che combatto con me stessa x non avere più paura, per me e per iiei figli. Voglio essere positiva ma spesso i pensieri brutti e le paure ci sovrastano. E ho paura di avere paura, dato che so quali sono le conseguenza. Sono anche in cura da una psicologa x un mio percorso personale ma...non vinco la paura. Tu come ci sei riuscita? Come hai fatto? Grazie in anticipo.

      Elimina
    3. Cara Iolanda, ho la polmonite e cercavo quale poteva essere la causa v il dott. Hamer. Ho letto il tuo post ei ha colpito il punto in cui hai parlato della paura, dei danni che provoca. Ma come si fa a smettere di avere paura? Sono anni che combatto con me stessa x non avere più paura, per me e per iiei figli. Voglio essere positiva ma spesso i pensieri brutti e le paure ci sovrastano. E ho paura di avere paura, dato che so quali sono le conseguenza. Sono anche in cura da una psicologa x un mio percorso personale ma...non vinco la paura. Tu come ci sei riuscita? Come hai fatto? Grazie in anticipo.

      Elimina
    4. Cara Iolanda, ti conosco per interposta persona e sono contentissimo che tu stia bene e riesca a superare i tuoi problemi alla tua maniera... mi stupisce, però, che una persona di scienza come te creda a teorie che non hanno nessun riscontro probatorio. Ci credo che sei guarita, ma devi dimostrare scientificamente come... hai le prove scientifiche dei mali che hai debellato, ma nessuna che spieghi perché. Io posso bere acqua fresca e credere che sia un elisir per ringiovanire e se ringiovanisco debbo spiegare scientificamente quello che è successo al mio organismo. Concordo sul fatto che la scienza ufficiale non riesce a sconfiggere tutti i mali e se io sono affetto da un male e guarisco fuori dalla medicina riconosciuta, debbo spiegarlo, non basta dire che ho fatto questo o quello, debbo spiegare cosa è successo alle mie cellule impazzite (per es. il cancro). Se non riesco a spiegarmelo e vado dicendo in giro che sono guarito per il merito di questo o quel guaritore, mi assumo la responsabilità di "testimoniare" una guarigione reale, della quale però non ho nessun fondamento scientifico per dimostrarla, con l'aggravante di poter portare persone fragili (come lo sono spesso persone affette da malattie importanti e difficili) a credere d'aver trovato la soluzione ai loro problemi e affidarsi acriticamente a terapie che non di scientifico non hanno nulla e si basano soltanto sulla buona fede di alcune persone che sono guarite, ma non riescono a spiegarne scientificamente il motivo.Visto che si parla di Hamer e delle sue teorie, io consiglierei di leggere la sentenza sul caso della piccola Olivia Pilhar!) Quando si fa del proselitismo la regola prima alla quale si ci deve attenere è la dimostrabilità dell'efficacia della teoria che si predica... aspettiamo da secoli che l'omeopatia, per esempio, pur usando principi attivi riconosciuti dalla scienza ufficiale, documenti le sue guarigioni e i suoi progressi... quando arrivano sul mercato dei nuovi medicinali non sono venuti giù dal cielo o confezionati in casa da un guru di turno, ma sono stati sperimentati e testati, difatti nel bugiardino ci trovi tutte le informazioni che lo riguardano nel bene e nel male. Io sarei più cauto nell'affermare così perentoriamente certe "verità" che soltanto la genuina ingenuità della tua fede in Hamer può giustificare... La fede talvolta è soltanto una benda sugli occhi! Sono certo che il mio pensiero risulterà sgradito; spero soltanto che spinga ad ulteriori riflessioni ed approfondimenti chi ci legge! Con mano amica Salvo!

      Elimina
    5. Caro Salvo, a volte la supposta pretesa di "scientificità" ci mette le fette di prosciutto sugli occhi e ci impedisce di vedere le cose che vede anche un bambino. "Se non ritornerete come bambini..." disse una volta Gesù. E forse questo è proprio il tipo di crescita (paradossalmente!) dovremmo fare.

      Provo a spiegarlo con un esemnpio. Anni fa mio padre, già vecchio, ebbe una esperienza col suo cellulare Nokia. Mi vedo arrivare delle raffiche di SMS vuoti da lui. Allora lo chiamo e gli dico: "Uè, cosa ti succede? Perchè mi mandi SMS vuoti?" E lui: "Ma scherzi? io non ti ho mandato proprio un bel niente!". Insomma, mistero. Qualche tempo dopo gli chiedo di mostrami il telefono e lo guardo: sotto il display, due tasti funzione, uno a dx e uno a sx il cui valore cambia a seconda di cosa c'è sullo schermo. nella posizione di risposo sopra quello d sx c'è scritto "SMS". Se lo premi un volta compare "componi" Una seconda: invia. Una terza "rubrica". Una quarta, il primo nome sulla rubrica. Una quinta, lo invia. ora, chiamandomi io Alberto, ero il primo nome della rubrica di mio padre. E così sarà capitato che, magari sedendosi (teneva il cell in tasca) abbia attivato la sequenza di tasti che ha prodotto l'invio di diversi SMS vuoti al primo elemento della sua rubrica. Glielo dico e la sua risposta à: "Impossibilie. Non ho mai fatto niente del genere".
      Ora la domanda è: abbiamo la prova SCIENTIFICA che sia andata così?
      Risposta: no. Non c'è stato nessun testimone che possa dire di averlo visto. Ma è la cosa più certa, infinitamente più certa di qualunque altra possibile congettura ti possa venire in mente.

      Ora tu dici a Iolanda: come fai a dire che sei guarita GRAZIE alla comprensione del conflitto, ed al suo superamento? Ma se non ti bastano i 4-5 casi che ti ha portato, sei come mio padre che dice: "no, non sono stato io", senza dare nessun'altra spiegazione alternativa. E non ci sarà NULLA che potrà farti cambiare idea.

      Elimina

Non si accettano offese parolacce o bestemmie. Rispetto e civiltà sono ben accetti. Gli autori non vogliono sostituirsi alla figura medica e non si accettano richieste di cura. Non è possibile in questa sede rispondere a domande riguardo malattie personali ma, solo in linea generale, a scopo informativo e divulgativo.