giovedì 20 giugno 2019

Immunità di Legge I vaccini obbligatori tra scienza al governo e governo della scienza


https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__immunita-legge-monte-mantegazza-libro.php?id=177942&pn=4239
È stata fatta una legge sui vaccini sbagliata e per farla si è esagerato nel confondere e nell'usare in modo promiscuo ideologia, scienza e politica.


Giugno 2017: entra in vigore il “decreto vaccini” che rende obbligatorie 12 vaccinazioni – poi passate a 10 – per l’età pediatrica. Motivo? L’allarme per il calo delle vaccinazioni e alcuni decessi causati dal morbillo.


Gli autori si chiedono:
Intervenire estendendo e rinforzando l’obbligatorietà è stata la scelta giusta?
Costringere i medici ad accettare il nuovo calendario vaccinale, anche con la minaccia della radiazione, ha giovato all’autorevolezza e all’indipendenza della professione sanitaria?
Queste imposizioni che cosa comportano dal punto di vista etico e politico?


Il libro analizza la situazione italiana con riferimenti a quanto sta succedendo anche in altre parti del mondo.


Chi prende per affidabili notizie e nozioni frettolose e superficiali è spesso convinto che la Medicina sia una scienza. Così non è, mancando le caratteristiche ineludibili e strettamente correlate tra loro come la ripetibilità e la prevedibilità assoluta del risultato.


La vaccinazione crea rischi per la nostra salute


I consulenti scientifici della Commissione parlamentare di inchiesta sugli effetti dell’utilizzo dell’uranio impoverito, nella relazione finale presentata alla Camera il 7 febbraio 2018, hanno riconosciuto che «la vaccinazione comporta dei rischi in termini di problemi di immunosoppressione, iperimmunizzazione, autoimmunità e di ipersensibilità».


Un professionista della sanità su tre pensa che i benefici dei vaccini non siano certi.


Da un sondaggio condotto nel 2017 dalla Società italiana multidisciplinare per la prevenzione delle infezioni nelle organizzazioni sanitarie (Simpios) rivolto a 2250 operatori sanitari, di cui il 28,5% medici, è emerso che “quasi un professionista della sanità su tre pensa che i benefici dei vaccini non siano certi, e teme la possibilità di effetti avversi gravi. Quattro su cinque non si sono sottoposti al richiamo per il tetano negli ultimi 10 anni... Inoltre, quasi la metà dei 2250 operatori sanitari intervistati ritiene basso il rischio di contrarre una malattia prevenibile con vaccino.”


“Ridurre la complessità e l’evoluzione della scienza a verità dogmatiche - denunciano gli autori – porta a divisioni e discriminazioni nella società.”


Immunità di Legge Immunità di Legge
I vaccini obbligatori tra scienza al governo e governo della scienza
Pier Paolo Dal Monte, Stefano Mantegazza

Vedilo su il Giardino dei Libri

mercoledì 18 luglio 2018

DJ BEA a Radio Portonovo - Visione Quantistica in musica


DJ BEA da Radio Portonovo
Una Radio, Una App per la tua estate
e ... moolto di più

per tutti i lettori di Fronte Libero


Salve a tutti , mi conoscete come Beatrice Carnaghi e ho scritto diversi articoli ed ora mi presento in versione DJ , DJ BEA con le sue rubriche di visione quantistica abbinate a musica in linea al tema che viene trattato.

per voi le mie prime due dirette , tenete presente che sono alla mia prima esperienza come Dj mà in fase di miglioramento progressivo.

e allora bando alle ciance e buon ascolto, qualora aveste richieste, domande, considerazioni cliccate sull'iconcina dei commenti e scrivetela sarà un onore per me rispondervi.


Radio Portonovo Dj bea - La Libertà 

Radio Portonovo Dj Bea - Canzoni Evolutive 




                      BeatriceCarnaghi
Evolutista, Ricercatrice, Dj Bea e ... Moolto di più

giovedì 3 maggio 2018

Già da subito si può ! ...


Già da subito si può ! ...

Il silenzio vibra della massima velocità.


Di tutte le volte che dubitate sentendovi insicuri sul da farsi, vuol semplicemente dire che state ricordando una frequenza che non rilevate . Quanto più comprenderete che il percepito è assai reale e concreto tanto più lo seguirete senza dubbi né incertezze.

Già da subito potete amarvi, ammirarvi, ascoltarvi e dunque cosa aspettate ?

Non manca nulla al vostro poter andare oltre , al vostro essere felice ...
Parcheggiate i vostri perché e saprete .

Abbiamo già visto come tutto è parte, e finché il parametro che utilizzate, siete voi con la vostra vita, la vostra storia diventa naturale l'incertezza poiché già sapete che ciò che state considerando è solo un frammento e dunque amate le vostre incertezze poiché vi indicano il grado di visione che state applicando.

Voler essere sicuri è un indice di ricordo , quando siete in ascolto siete certi .

Quando siete certi di voler una tal cosa è il ricordo di cosa comporta l'ottenerla che vi muove, non è la cosa di per sé. Nell'ascolto di voi non c'è cosa terrestre che vi possa nutrire ma il vostro sistema codifica la fame da nutrimento di connessione con oggetti/persone/situazioni ...

Non avete bisogno di nulla, non vi manca nulla, e i vostri pensieri sono anch'essi indici della frequenza in cui vibrate, non sono vostri arrivano in voi per frequenza vibrazionale, come effetto di risonanza. 
Ogni gamma di frequenza corrisponde ad una gamma di pensieri e ogni gamma di pensieri influisce e corrisponde ad una gamma vibrazionale e torniamo al viceversa che presente in tutto.

Respirate molto lentamente, provate a muovervi al rallentatore per qualche minuto nella giornata, rallentate i pensieri, e scoprite cosa produce in voi.

Respirate lentamente e sempre più lentamente e sempre più lentamente, parlate molto lentamente e pensate molto ma molto lentamente, vi sembrerà sciocco da fare eppure scoprirete zone da voi inesplorate. 

Quanto più rallentate tanto più accelerate la vostra presenza. Il silenzio vibra della massima velocità.



mercoledì 25 aprile 2018

"Miracoli ..."



"Miracoli ..."

Cosa accadrebbe se nella quotidianità di ognuno ciò che oggi è ancora definito "miracolo" fosse all'ordine del giorno?

Quanti "miracoli" scorgete in una giornata ? , ebbene se iniziaste a contare e collegare dovreste arrendervi al fatto che ci sono più "miracoli" che "non miracoli" . E quando comprenderete che ogni "miracolo" fa parte e dunque non esiste alcun miracolo smettereste di voler far miracoli ...

Quando pensate di voler far miracoli state affermando che "servirebbe un miracolo" anche se non è così poiché la perfezione cosmica non richiede miracoli in quanto tutto è un unico miracolo.

Allo stesso tempo siete connessi a un ricordo in cui tutto fluisce in una vibrazione di gioia, di pace, di sapienza ed è questo ricordo che vi fa sorgere la voglia di miracoli, in parte quando siete connessi al ricordo e registrate/percepite l'essere distanti dal fluire nella pace lo archiviate dicendo "ci vorrebbe un miracolo" e in parte quando dite "voglio fare miracoli" siete connessi allo stesso ricordo seppur con la percezione che la distanza sia raggiungibile.

Ne consegue che di per se non c'è nulla che non sia un miracolo, ogni vostra cellula, ogni vostro pensiero ogni vostra parola, ogni organismo vivente contiene in se la potenzialità massima evolutiva .
Fate dunque bene ad essere impazienti, insofferenti, arrabbiati con voi stessi poiché sentite quel richiamo molecolare in voi che vi sussurra che vi fa dire c'è di più, che vi connette ad un ricordo tanto bello quanto doloroso ?

Il punto non è certamente se fate bene o male visto che dipende tutto dal vostro percepito e dunque cosa percepite riguardo ai miracoli ?
Voi quanti miracoli compiete ogni giorno ?
Chi conoscete che fa miracoli ?
Dov'è che non rilevate alcun tipo di miracolo?

Come potete abitare un corpo "miracoloso e miracolato" e allo stesso tempo credere di non essere in grado di fare miracoli ?

Iniziate a scorgere miracoli ovunque togliendoli così dall'eccezione per inserirli nella norma , prendete la forza di gravità è anch'essa un miracolo ?
Certo che si e come ogni legge fisica , legge cosmica o legge universale quando la conosci tutto rientra , tutto il sistema lo riconosce e si prosegue non cercate di fare la differenza, vivete testimoniando la vostra natura cosmica in tutto il suo splendore e per gli occhi di molti apparirete come coloro che fanno miracoli pur sapendo che non è così.

Connessione 71


domenica 22 aprile 2018

Cos'è un IDEA ? da dove arriva ?





Cos'è un IDEA ? da dove arriva ?

Davvero credete che possa essere merito
di qualcuno ?

Le frequenze galleggiano ovunque tutti potenzialmente possono e sono in grado di accedervi , vibrano della stessa banda e sono inesauribili , ora dal momento che captate frammenti di segnale e parte subito la voglia di essere i più bravi, interrompete la ricezione e con quell'eco che avete captato pensate sia una vostra idea tanto da attribuirvene il merito.

Fisiologia di un idea : provate a spiegare cos'è un idea, e capirete che non può essere vostra, o se preferite solo vostra .

Comprendere gli intrecci è ininfluente sul fatto che ci siano, conoscere il disegno è ininfluente sul fatto che si compia e dunque visto che a differenza di un albero volete partecipare attivamente (cosa che anche l'albero fa e semplicemente siete nel non vederlo/considerarlo) cosa fare ?

Nel voler fare c'è il movimento impulsico di un ricordo che spinge per fuoriuscire , i ricordi affiorano come l'acqua che bolle i ricordi riguardano tutti i tempi e dunque immaginate che in ogni settore, argomento del vostro vissuto corrisponda ad una pentola d'acqua ebbene come accade quando avete tanta fame che sembra che l'acqua non bolla mai e alle volte fuoriesce "sorprendendovi" così i ricordi si muovono nel vostro interno e quando "l'acqua bolle" a volte abbassate la fiamma , aggiungete altra acqua, è il ricordo del risultato vi spinge nelle azioni.

E dunque se il ricordo vi spinge seppur non ricordate che state ricordando siete in che tempo ?
Cosa volete ricordare ?
Dipende da voi ?
Gas/combustione/fuoco/regolazione/tempo/quantità /aria etc ...
Tutti questi fattori che compartecipano al risultato "Acqua che Bolle" dipendono da Voi ?
Di chi è il merito ? 
Merito è una terminologia di punto fermo in un insieme di puntini che da origine ad un immagine più ampia quando collegate i puntini e ancora se collegate i puntini seguendo una traccia o una numerazione interna in ognuno di voi .

Ogni organismo è un puntino e solo quando tutti saranno collegati apparirà la completezza che già risiede nei puntini.

Quando vi date il merito è per fissare che fino a lì vi siete ricordati.

Pace, galleggiamento, silenzio e ricorderete ...

connessione 80