martedì 15 aprile 2014

Video-corso formativo 5 Leggi Biologiche-Relatore Claudio Trupiano

Sono lieto di informarvi  che è disponibile sul sito di Macrolibrarsi e de Il Giardino dei Libri il Video-corso di una giornata sulle 5 Leggi Biologiche, con Claudio Trupiano come Relatore.

In questo modo è possibile per tutti vedere e ascoltare comodamente a casa propria i primi concetti sulle scoperte straordinarie del dr. Hamer, con il vantaggio ulteriore di un notevole risparmio di spesa (69 anziché 120). 

Questo corso ti introdurrà alla conoscenza delle due rivoluzioni biologiche che integrano e capovolgono le diagnosi mediche:
la causa vera di ogni malattia, attraverso l'integrazione della psiche.
la nuova interpretazione di quanto sinora chiamato malattia.

Le scoperte del dr. Hamer non sono in contrasto con la modernità e scientificità della Medicina Ufficiale. Non viene contestata l'assoluta necessità dell'operato dei medici, nel loro apporto clinico, chirurgico e farmacologico. La rivoluzione auspicata implica anzi l'integrazione indispensabile tra le scoperte delle Leggi Biologiche e il progresso scientifico medico. Ma da questa integrazione ne discende un nuovo modo di operare, dove la conoscenza delle cause della malattia e della rivoluzionaria interpretazione della malattia implicano l'abbattimento della paura e la rivalutazione dell'individuo.

Contenuti del Video-Corso:

Dopo la premessa sui limiti del metodo diagnostico ufficiale, il corso introduce lo spettatore alla nuova visione del corpo umano integrato nelle sue componenti psiche-corpo.
Il percorso dell’indagine segue i due filoni di studio sui quali si fonda tutto il lavoro del dr. Hamer: la riconsiderazione dell’embriologia e lo sviluppo dei tessuti del corpo attraverso la filogenesi, cioè lo sviluppo storico dell’evoluzione delle specie, a partire dalle origini della vita sulla terra.
In successione vengono presentati i diversi organi del corpo umano secondo la loro appartenenza ai diversi foglietti embrionali dell’endoderma, del mesoderma e dell’ectoderma.
Il collegamento tra gli organi e la loro funzionalità ci porta alla conoscenza dei fattori eziologici di tutti i processi dei tessuti del corpo. Vengono esposti i cinque conflitti biologici fondamentali:

1) il boccone vitale;
2) l’attacco;
3) la svalutazione;
4) la separazione;
5) il territorio.

Per ognuno di questi conflitti viene definita la sua connotazione di natura biologica e la loro attivazione a seguito della più importante scoperta della DHS (Sindrome di Dirk Hamer): lo shock biologico inaspettato che attiva il sistema neurovegetativo autonomo.
Per ogni processo patologico viene esposta la relativa causa biologica, sempre verificabile.
Durante tutta l’esposizione degli argomenti del corso viene data ripetutamente rilevanza alla seconda e più importante scoperta del dr. Hamer: la ridefinizione di quanto sinora ritenuto malattia, errore del corpo, in quello che Hamer definisce un programma biologico sensato, finalizzato al recupero dell’equilibrio del corpo umano.
Al termine del corso viene fatto un riepilogo dei concetti esposti, una visione comparata tra due sistemi: Medicina Ufficiale e Nuova Medicina.

La mission del corso è quella di approfondire e sostenere una scoperta che sta rivoluzionando il modo di intendere la medicina e il corpo umano, rimettendo al primo posto l’individuo, libero e responsabile nella cura della sua Salute.

APPROFONDIMENTI VIDEO



Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer (Video Download) Claudio Trupiano Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer (Video Download)

La connessione mente-corpo in medicina

Claudio Trupiano

Compralo su il Giardino dei Libri

Video Download - Le Cinque Leggi Biologiche del Dott. Hamer
€ 69
Video Download - L'Enneagramma Biologico
€ 69

lunedì 14 aprile 2014

Manuale per Sopravvivere dopo la Morte - Recensione Libro

Oggi voglio parlarvi di un libro che mi è capitato di leggere, “Manuale per sopravvivere dopo la morte” dell’ottima casa editrice “Uno Editori”. Dico ottima perché i suoi libri, economici e sempre interessanti non mi hanno mai deluso e quest’ultimo non è certo da meno. 

Mi sono decisa a recensirlo subito dopo averlo iniziato, perché ho trovato in questo libro quel qualcosa che cercavo da tempo, qualcuno che sapesse affrontare l’argomento “Morte” tranquillizzando il lettore.

Molti sono affascinati dall'argomento, altri ne sono incuriositi ed altri lo temono al tal punto da evitare l’argomento, come se questo li mettesse al sicuro, come fosse un esorcismo che gli assicurasse più longevità.

Rivolgo la mia recensione in particolare a coloro che temono l’argomento, questo perché l’autore riesce ad affrontare un tema così delicato, con leggerezza e ironia, ma anche con sicurezza ed onestà.

Ho sempre pensato che la conoscenza sia potere e che qualsiasi informazione in più ci arricchisca, quindi non escludo alcuna lettura e credo che questo libro, arricchisca, colmi dei vuoti della nostra vita e dia delle risposte a molti enigmi.

Mi sento di consigliarlo, un po’ per come l’autore riesce a trasportare il lettore in un viaggio astrale, tenendolo per mano e rassicurandolo, un po’ perché potrebbe comunque tornare utile se tutto fosse vero, in più, male non può fare di certo, anzi.

Credo possa comunque aiutare molti a superare la paura della “Morte” e sarà un bel viaggio anche per i curiosi e gli appassionati.

Laura C.
Manuale per Sopravvivere Dopo la Morte Ensitiv Manuale per Sopravvivere Dopo la Morte

Esperienze di un viaggiatore astrale
Ensitiv

Lo trovi su il Giardino dei Libri







Manuale per Sopravvivere dopo la Morte - Libro Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere
Licenza Creative Commons


domenica 13 aprile 2014

Farmaci cancerogeni, ma ai pazienti viene tenuto nascosto: 9 miliardi di multa

La Takeda Pharmaceutical Co. e la Eli Lilly & Co. sono state condannate al pagamento di una multa di 9 miliardi di dollari per aver tenuto nascosto a medici e autorità la pericolosità del loro farmaco, (l'effetto cancerogeno del loro farmaco per diabetici durante i test per l'approvazione negli Stati Uniti). L'Actos -commercializzato anche in Italia-, che provocherebbe tumori.

Il medicinale in questione, commercializzato anche in Italia sotto il nome di Actos, aumenta infatti il rischio di tumore nei pazienti che lo assumono.
A sollevare il polverone sono stati 2.700 soggetti americani che, dopo aver assunto il farmaco, hanno contratto il cancro. Per questo, la corte federale della Lousiana, presieduta dal giudice Rebecca Doherty, ha deciso di condannare le due aziende farmaceutiche al pagamento della maxi multa, la settima più onerosa di sempre.
Non è comunque la prima condanna in cui la Takeda e la Eli Lilly & Co. si imbattono. Sempre per aver tenuto nascosti gli effetti cancerogeni dell'Actos, infatti, hanno ricevuto già 10 sentenze di colpevolezza: tutte recitano che le aziende hanno coscientemente esposto i loro clienti al rischio di contrarre tumori, nascondendo il pericolo sia ad autorità che a medici. Le due società, infatti, hanno ammesso la pericolosità del farmaco solo dopo 7 anni che questa è divenuta nota.

Sfortunatamente, i precedenti dimostrano come, a fronte di multe così onerose, i colpevoli riescano a spuntarla e non pagare l'intera somma.

Fonte articolotre.com

lunedì 7 aprile 2014

Il Metodo Di Bella e i suoi risultati nella terapia dei tumori

Le pubblicazioni sul MDB su 773 casi di patologie neoplastiche, documentano i risultati nella terapia dei tumori.

Lettera del Dr. Giuseppe Di Bella al direttore del giornale "Il quotidiano del Lazio".

Bologna, 19 marzo 2014

Chiar.mo direttore,      
               
La ringrazio per la possibilità che mi da’ di informare sulle conferme scientifiche e cliniche del MDB , mentre in Italia diversi settori  politico – finanziari , preoccupati per la progressiva diffusione del MDB  e le crescenti conferme scientifiche, stanno scatenando una campagna mediatica contro il Metodo.

Le pubblicazioni  sul MDB, relative a 773 casi di varie patologie neoplastiche, sono da tutti facilmente reperibili sul portale ufficiale scientifico  internazionale www.pubmed.gov, esse documentano la capacità del MDB di ottenere rilevanti risultati nella terapia dei tumori in termini di sopravvivenza e qualità di vita, nettamente migliori  dei consueti trattamenti oncologici, risparmiando ai pazienti le nota e grave tossicità della chemio . Le ultime due pubblicazioni  hanno dimostrato  che in determinati  stadi, è possibile con MDB, eliminare completamente e stabilmente sia neoplasie del seno che della prostata, senza interventi chirurgici, né radioterapia, né chemioterapia, né anticorpi monoclonali. Questi studi clinici  osservazionali retrospettivi, rappresentano la pietra tombale sulla sperimentazione ministeriale del 1998 che aveva  definito inefficace il MDB .

Anche in altre patologie  tumorali stiamo ottenendo in questi giorni  risultati incoraggianti applicando il razionale, la logica terapeutica  la nuova concezione  clinica del Prof Di Bella. Essa , diversamente  dall’oncologia,  non è  finalizzata solo  alla rimozione dell’aggregato cellulare  neoplastico, ma delle cause che ne hanno determinato l’insorgenza e la progressione , rispettando le funzioni vitali e ripristinando l’equilibrio biologico  secondo una concezione terapeutica fisiologica.

Recentemente abbiamo ottenuto per la  prima volta la remissione di un glioblastoma, tumore cerebrale, che rappresenta uno delle neoplasie  in assoluto più aggressive, con aspettativa di vita che raramente supera 12 -15 mesi. Aumentando i dosaggi di alcuni componenti  del MDB  e aggiungendo , secondo l’insegnamento del Prof Di Bella ,una molecola differenziante e un’altra  apoptotica  con specifica affinità per le cellule nervose, la massa tumorale si è progressivamente ridotta fino a non essere più evidenziata all’ultima risonanza magnetica.

Non abbiamo altri casi di glioblastoma guariti, ma non c’è un solo  caso di glioblastoma guarito in tutta la  letteratura scientifica mondiale. E’ bene considerare che, con le  attuali terapie (chemio+radioterapia) il glioblastoma continua a crescere senza fasi di stabilità e tanto meno di regressione . Abbiamo da poco altri 2 casi in trattamento in cui al momento  si è ottenuta la stabilità , il tumore non cresce. Abbiamo modo di ritenere  che probabilmente, applicando lo stesso schema terapeutico MDB, altri casi di glioblastoma  potrebbero  avere risposte simili .

E’ quasi completata la raccolta di tutti i dati del paziente: referti delle risonanze , esame istologico , esami ematochimici, per pubblicare il caso su una rivista scientifica internazionale. Stiamo aspettando i CD delle varie risonanze magnetiche per un’esauriente documentazione iconografica del caso. Il paziente è disponibile a dare la propria testimonianza. Così come la madre di un bimbo affetto da un raro ma aggressivo tumore agli occhi , il retinoblastoma . Dopo una serie di cicli  di iniezioni intraoculari di chemioterapici   e crioterapia  si era registrata una ripresa evidente della progressione tumorale in entrambi gli occhi, mentre i chemioterapici avevano gravemente danneggiato le strutture nervose dell’orecchio con rilevante perdita di udito e necessità di protesi acustiche .

Per la ripresa del tumore dopo la chemioterapia, era stata anche  prospettata la necessità dell’enucleazione (asportazione degli occhi )  di entrambi gli occhi per evitare la progressione della neoplasia . Da poco più di 6 mesi ha iniziato il MDB , all’ultimo controllo  presso il centro oncologico e oftalmico che segue il bimbo , oggi di 2 anni ,non è stata più evidenziata alcuna presenza del tumore, per inciso , i retinoidi con Vit E del MDB, che hanno un elevato potere anti degenerativo e neurotrofico sul neuro epitelio cocleare, hanno anche consentito un  rilevante recupero della capacità uditiva. La madre del bimbo è disponibile a testimoniare, abbiamo  tutta la documentazione anche di questo  caso che pubblicheremo appena possibile.  
        
                                                                                   
                                                                              Dott. Giuseppe Di Bella


Fonte: 
www.metododibella.org
www.ilquotidianodellazio.it 





domenica 6 aprile 2014

MICROCHIP...LA RESISTENZA SI ORGANIZZA NEGLI STATI UNITI

È recentissima la notizia che in alcune scuole americane è partito un progetto pilota per far abituare i bambini ad indossare un microchip RFID durante la permanenza negli ambienti scolastici, attraverso alcuni gadget come la tessera identificativa scolastica “microchippata”, la divisa scolastica con trasmettitore incor-porato e addirittura un collare (!) da indossare proprio come gli animali domestici… Il governo americano vorrebbe garantire “la sicurezza” degli studenti, tracciandone tutti gli spostamenti per ridurre la percentuale di coloro che “marinano” la scuola.
Sono questi i primi passi che il NWO sta muovendo a livello sperimentale per rendere familiare alle nuove inesperte generazioni l’intimo contatto con un microchip capace di monitorare le loro vite. Ebbene forse hanno sbagliato tempistica o valutato male i loro “polli”, perchè negli ultimi giorni questi progetti non hanno fatto altro che scatenare malumori popolari e proteste pubbliche contro l’uso di questa tecnologia.
Le scene che vedete nel video sotto l’articolo sono del tipo che qualche anno fa ci immaginavamo nei film futuristici tipo “Orwell 1984“, ma sono un segno concreto che perfino in America (per eccellenza la patria del controllo di massa) le persone non si fanno mettere nel sacco così facilmente. I microchip sono da decenni nei programmi di controllo del NWO: la strategia per la loro introduzione è graduale, procede poco alla volta per diluire i cambiamenti nel tempo ed attutirne l’impatto emotivo. Se il loro primo passo felpato ha sortito questi effetti sonanti, i nostri “controllori” hanno poco da stare allegri. La gente non dorme più, dovrebbero tenerne conto.
In effetti, se le persone reagiscono in massa come fa nel video la gente di San Antonio, e dimostrano lo stesso livello di consapevolezza, quale scusa potranno mai escogitare per indurre l’impianto di massa? La sicurezza? La salute? No, non funzionerebbero mai per coloro che conoscono la finalità a lungo termine del progetto. Ricordate sempre che la legge del consenso, esplicito o tacito, è alla base delle manipolazioni del NWO. Il potere è sempre stato, e sempre sarà in mano nostra. Attraverso l’arma dell’informazione, (per citare uno dei manifestanti nel video…) facciamo diventare RFID l’acronimo di RevitalizeFreedom, Indipendence and Democracy (Rivitalizziamo la Libertà, l’Indipendenza e la Democrazia). Buona lettura dell’articolo originale “More RFID chip resistance”.
Lòthlaurin

L’associazione “We Are Change” (“Noi Siamo il Cambiamento”, n.d.t.) ha protestato contro l’obbligo per gli studenti della scuola di San Antonio di indossare un collare con un microchip RFID per il tracking (tracciatura degli spostamenti, n.d.t.). L’associazione, i genitori e gli studenti, assieme ai preoccupati concittadini, hanno parlato al consiglio del distretto scolastico indipendente di Northside, facendo presente ai convenuti che ciò rappresenta una violazione dei diritti civili e religiosi dei bambini, oltre a costituire una seria minaccia per la salute. Il Governo non si cura tanto degli adulti, ormai rigidi nei loro schemi di idee, quanto delle nuove generazioni. Sente il dovere di assoggettarle… ecco perchè il congresso ha reso tutto “legale” molto tempo fa. A proposito, “programma pilota” significa che il progetto arriverà molto presto anche nella vostra nazione, devono solo sciogliere alcuni nodi del loro piano, come per esempio trovare un modo di imporlo anche a quelli a cui non piace.
STIAMO CHIEDENDO UNA MORATORIA PER IL TRACCIAMENTO RFID DEGLI STUDENTI. Chiediamo perentoriamente al distretto scolastico indipendente di Northside di sospendere immediatamente l’uso della tecnologia RFID per tracciare gli spostamenti degli studenti fino a quando non verrà condotta una valutazione ufficiale dell’impatto sulla sicurezza, sulla salute e sulla privacy. Chiediamo al distretto di: • Sospendere immediatamente il rilascio delle tessere scolastiche d’identità taggate con microchip RFID, e di ritirare quelle già consegnate; • Disattivare tutte le apparecchiature di monitoraggio RFID già installate ed in uso nei locali scolastici; • Notificare formalmente ai genitori degli studenti che la prevista implementazione della tecnologia RFID è stata sospesa in attesa di una valutazione ufficale dell’impatto sulla sicurezza, sulla salute e sulla privacy; • Indire un incontro pubblico per consentire alle parti interessate di condividere le loro opinioni e le loro preoccupazioni su questo progetto di localizzazione degli studenti; • Assicurare un clima rispettoso e non discriminatorio per studenti, genitori e membri dello staff che porteranno le loro obiezioni al progetto di tracking RFID adducendo motivazioni religiose e filosofiche.

Fonte: http://compressamente.blogspot.it/

http://dilaverita.blogspot.it/2012/09/microchipla-resistenza-si-organizza.html