martedì 23 ottobre 2012

La spiegazione scientifica sulla pericolosità dei vaccini

I 12 punti del Dottor Gava. Questo è ciò che il pediatra e il Ministero della Salute dovrebbero dire ai genitori.

A Padova c’è un dottore, uno di quelli che in poche parole, poco tecniche, riesce a spiegare ciò che invece dovrebbe spiegare il Ministero della Sanità ai genitori prima della vaccinazione dei loro figli. In un suo recente articolo ha elencato in 12 motivazioni la causa della pericolosità dei vaccini. Il suo nome è Dott. Roberto Gava, laureato in Medicina all’Università di Padova, specializzato in Cardiologia, Farmacologia Clinica e Tossicologia Medica. Dopo dieci anni di lavoro in ambiente universitario ed essere stato autore di libri di Farmacologia e moltissime pubblicazioni scientifiche (www.robertogava.it), da una quindicina di anni sta cercando di studiare gli approcci medici non convenzionali, rivedendoli anche alla luce delle attuali conoscenze scientifiche.
Di seguito pubblichiamo per intero le 12 motivazioni sulla pericolosità dei vaccini, sperando che l’informazione venga diffusa quanto più possibile sul territorio italiano.
I vaccini sono sicuri e anche utili?
“Consideriamo solo questi aspetti principali:
1) Il sistema immunitario di un bambino di pochi mesi è totalmente immaturo e quindi facilmente squilibrabile.
2) Oggi i bambini sono più deboli di una volta per innumerevoli motivi (madri più stressate, alimentazione meno equilibrata, ambiente inquinato, facili trattamenti farmacologici sia alla madre che al neonato, ecc.).
3) Molti neonati presentano una immaturità particolare del loro sistema immunitario che dura fino a 12-18 mesi e che viene chiamata ipogammaglobulinemia transitoria: se in questo periodo il bambino viene vaccinato, corre un elevato rischio di subire danni da vaccino, mentre, se si attende che il suo sistema immunitario maturi, il rischio si riduce.
4) I bambini nati prematuri o che hanno subito una qualche malattia acuta nei primi mesi di vita o che hanno ricevuto farmaci immunosoppressori (antibiotici e/o cortisonici) nei primi mesi di vita o che hanno subito interventi chirurgici o che hanno alterazioni immunitarie o che sono figli di genitori con patologie immunitarie o metaboliche e molte altre condizioni squilibranti il loro precario equilibrio immunitario, sono ad elevato rischio di danni da vaccini.
5) E’ noto che minore è l’età del neonato o maggiore è la sua immaturità o maggiore è il numero di vaccini inoculati insieme, maggiore è il rischio che il bambino subisca un grave danno vaccinale. Non dimentichiamo che inoculiamo circa 25 antigeni vaccinali (compresi i richiami) nei primi 15 mesi di vita del bambino.
6) I vaccini impediscono al bambino di venire a contatto con germi importanti per la sua maturazione immunitaria e ciò è un altro punto a loro sfavore. Infatti, sappiamo che il sistema immunitario immaturo del bambino viene stimolato, rafforzato e maturato proprio grazie ai piccoli e grandi combattimenti che lo impegnano fisiologicamente in molte sfide quotidiane. Non sarebbe allora più logico, sicuro ed efficace irrobustire la sua immunità aspecifica che lo difenderebbe da tutti i germi, invece di cercare di fortificare (con tutti i rischi che sappiamo) l’immunità specifica proteggendolo con i vaccini solo contro 7-8 germi?
7) Consideriamo che le vaccinazioni che noi pratichiamo non servono per proteggere i bambini dalle malattie virali e batteriche che li affliggono tutti i giorni; anzi, dato che i vaccini indeboliscono il sistema immunitario (effetto che si prolunga all’incirca nei 30-40 giorni successivi alla vaccinazione), i bambini vaccinati risultano più esposti alle malattie infettive dei non vaccinati.
8) Inoltre, consideriamo a cosa servano il vaccino antitetanico in un bambino di pochi mesi: si arrampica sui reticolati? E il vaccino antiepatite B? Per caso i nostri piccoli sono così precoci da avere rapporti sessuali pericolosi? E il vaccino contro la poliomielite? L’Europa ha il certificato “Polio Free” (senza poliomielite) dal 2002. E il vaccino per la difterite? Non ci sono casi di difterite né in Italia né nel resto dell’Europa da vari decenni (a parte qualche sperduta zona della Siberia). In aggiunta, gli extracomunitari sono vaccinati, ma il loro arrivo in numero elevato in Europa non ha causato aumento delle malattie per cui noi vacciniamo i bambini, ma pare aver causato invece un aumento della tubercolosi e delle malattie a trasmissione sessuale.
9) Il cervello ha un suo sistema immunitario specializzato e quando una persona viene vaccinata, le sue cellule immunitarie specializzate (“microglia”) vengono attivate. Vaccini multipli e frequenti iperstimolano questi neuroni provocando il rilascio di diversi elementi tossici (radicali liberi, citochine, chemochine, ecc.) che danneggiano le cellule cerebrali e le loro connessioni sinaptiche. Questa iperstimolazione è la prima causa di tante cerebropatie, non per ultima la sindrome autistica, ma anche la ADHD (disturbo da Deficit di Attenzione con Iperattività), le ipercinesie, le dislessie, le convulsioni, ecc.
10) I vaccini sono pericolosi sia per i loro componenti antigenici che per i loro componenti tossicologici, perché possono contenere: virus vivi o morti, batteri, parti di DNA, frazioni antigeniche, tossine, proteine eterologhe, prioni, antibiotici, mercurio, fenolo, alluminio, formaldeide, fenossietanolo, oli e innumerevoli nuovi composti ad azione conservante o adiuvante, nanoparticelle e chissà cos’altro, … perché ogni tanto si scopre qualcosa di nuovo. Con le conoscenze di immunologia di cui disponiamo oggi, pensare che la somministrazione di queste sostanze a neonati di 2-3 mesi di vita sia totalmente innocua è veramente da “sciocchi”!
11) A quanto pare, se la notizia di questi giorni è veritiera (alcuni sono molto dubbiosi in merito, perché temono che la verità sia molto più grave altrimenti non si spiegherebbero i costosi e gravosi ritiri immediati per i banali motivi riportati), pare che i vaccini possano rischiare di contenere anche germi contaminanti nonostante le sempre super-garanzie che ci danno quando ci assicurano che la produzione dei vaccini è sicura al 100%.
12) I vaccini possono causare qualsiasi patologia nel bambino che li riceve, perché squilibrano il suo sistema immunitario. Infatti, se il bambino ha un sistema immunitario robusto, tollera probabilmente abbastanza bene la vaccinazione, ma se ha un sistema immunitario debole, in un tempo variabile di giorni o mesi svilupperà una delle patologie a cui è predisposto, e chi di noi è senza predisposizioni patologiche congenite o acquisite? E come facciamo a sapere quanto un bambino è forte o debole dal punto di vista immunitario? Oggi potremmo avere molte informazioni di questo tipo con un semplice esame del sangue, ma questo esame non viene fatto. Perché?
È forse razionale vaccinare a tappeto 560.000 bambini all’anno senza sapere nulla di loro?
È lecito eseguire un trattamento farmacologico (i vaccini sono farmaci) senza personalizzarlo? E senza sapere prevedere se l’individuo che lo riceve ne trarrà un beneficio o un danno?
È lecito attuare dei trattamenti preventivi che mettono a rischio la salute e addirittura in alcuni casi la vita del bambino? È lecito che un trattamento preventivo in un soggetto sano, specie se è un bambino, possa presentare un minimo di pericolo?
Oggi sappiamo che i vaccini potrebbero far correre ai nostri figli pericoli non piccoli, ma preferisco lasciare al Lettore il compito di rispondere a queste domande ricordandogli solo che la letteratura medica contiene migliaia di articoli che documentano i danni da vaccini.
I medici vaccinatori ci garantiscono che tutti i vaccini sono innocui, ma quando i genitori che hanno più paura di danneggiare loro figlio che di fare “brutta figura” davanti i medici vaccinatori chiedono loro di mettere per iscritto che la vaccinazione non causerà alcun danno al bambino … nessuno di questi medici osa mettere la sua firma su un tale documento. Perché? (…) noi tutti siamo stanchi di questa continue notizie allarmanti sugli effetti dei vaccini pediatrici. Pertanto, pretendiamo che il nostro Ministero della Salute, da una parte ci fornisca informazioni precise, esaurienti e scientificamente corrette e inoppugnabili sull’efficacia e sulla sicurezza di tutti i vaccini e dall’altra, dato che solo noi genitori siamo i veri responsabili della salute dei nostri figli, vorremmo essere liberi, come accade in tutti i Paesi civili, di poter esprimere il nostro consenso o meno ad ogni atto medico, comprese le vaccinazioni pediatriche.”
Questo è ciò che avrebbe dovuto e dovrebbe dirvi il pediatra, il medico di fiducia, il centro vaccinale, prima di far pungere con un ago, potenzialmente dannoso, vostro figlio.
Queste sono invece le 10 domande di NapoliTime rivolte al Ministero della Sanità. Attendiamo risposte. Nel frattempo la nostra inchiesta continuerà. Finché non otterremo risposte chiare.
1) Perchè il vaccino esavalente contiene 4 vaccini obbligatori e 2 non
obbligatori, e non sono disponibili nei centri vaccinali i dosaggi singoli?
2) Perchè la scoperta di particelle non biodegradabili e non biocompatibili, in alcuni casi anche metalli pesanti, nei vaccini (vedi ricerca Montanari/Gatti), riconosciute dall’intero mondo scientifico come dannose, non ha
portato all’immediata sospensione precauzionale dell’attività vaccinale pediatrica e non?
3) Perché quelle particelle sfuggono ai controlli che, secondo la dottoressa Stefania Salmaso, direttrice del Centro Nazionale di Epidemiologia, vengono eseguiti su tutti i lotti (Il Salvagente n. 38, pag. 41).
4) Perchè, visto che un bambino in vita sua non si ammalerà mai di 6 virus
contemporaneamente, gli viene inoculato l’esavalente in un’unica seduta e in
un momento in cui il suo sistema immunitario è immaturo?
5) E’ vero che in determinate regioni il pediatra guadagna soldi per ogni bambino vaccinato?
6) Perchè indicare un limite di prescrizione alla richiesta di danno da vaccino ed emotrasfusione, quando invece i danni sono permanenti e in molti casi mortali?
7) Quale sarà la reazione del Ministero e dell’Istituto Superiore di Sanità all’ondata di ritiri di vaccini in vari paesi del mondo?
8) L’art. 32 della Costituzione recita che nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. L’art. 3 stabilisce che tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge. Eppure le vaccinazioni sono obbligatorie in certe regioni e non in altre. Perché i cittadini della Repubblica italiana sono trattati in maniera disuguale e, dunque, anticostituzionale?
9) Perché i genitori non vengono messi in condizione di scegliere davvero, informandoli in sede di vaccinazione, per iscritto, con dati e statistiche, circa i rischi di danni neurologici e altro in seguito a reazione da vaccino?
10) E’ vero che i dipendenti della Sanità non possono rilasciare dichiarazioni circa i vaccini, pena il licenziamento?

Diffondete e informate. Facciamolo noi, per i nostri figli.

Le Vaccinazioni Pediatriche Le Vaccinazioni Pediatriche
Revisione delle conoscenze scientifiche - Seconda edizione

Roberto Gava

Vedilo su il Giardino dei Libri

50 commenti:

  1. stato delirante di chi ha scritto quest'articolo. Per il bene dei Vostri figli, non diffondete questo documento che risulta solo un insieme di luoghi comuni, privi di fondamento scientifico e razionalità epidemiologica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente pico avrai letto qualche statistica riguardo l'incidenza, ad esempio, della poliomielite prima e dopo l'introduzione del vaccino di sabin?

      Elimina
    2. Carissima signora Elena Nicolli, io non ho avuto per ora ancora il piacere di conoscerla, ma spero in seguito di avere quest’onore. Le garantisco che ho letto con molta attenzione i dodici punti e i perché sottostanti che lei pone in quest’utilissima pagina per tutti quei genitori che vorranno essere accorti a mantenere in salute i propri figli. Mi è parso che tutto ciò che scrive lo abbia fatto con estrema sensibilità e sentimento allo scopo di tentare di dare una “vera informazione” agli stati d’ansia che si presenteranno ai novelli genitori quando si dovranno porre il problema vaccinale per i loro figli. Sono ben quarant'anni che, in un modo o nell’altro, sto tentando di comunicare questa informazione anch’io, ma forse non sono stato mai così chiaro e illuminante come lo sta facendo lei in questa pagina. La sofferenza, patita per la vita che sono stato costretto a vivere, mi ha fatto essere troppo crudo, nell’evidente per me, descrizione dei pericoli delle pratiche vaccinali, talmente crudo da non essere capito correttamente o, talvolta addirittura, di essere frainteso. La ringrazio a nome anche dei miei figli Marco e Andrea, che purtroppo non ci sono più, e di mio figlio Alberto che, ancora porta sulla sua pelle i segni indelebili di quest’atrocità, i quali sono stati costretti ad immolare la loro vita e la salute sull’altare di una “falsa” scienza, al fine di evitare ad altri bimbi e ad altri genitori, la loro e la nostra sofferenza causata, ormai indiscutibilmente, dall’ uso indiscriminato che era fatto e che, ancora oggi parzialmente lo è, delle pratiche vaccinali. Giorgio e Alberto Tremante

      Elimina
    3. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/23/allarme-polio-i-conti-non-tornano-i-medici-scrivono-alloms/788178/

      Elimina
  2. gentile sig. Anonimo.. viato che scrive di non diffondere questo documento, potrebbe dare anche le sue motivazioni?
    non trovo che sia privo di fondamento scentifico.
    inoltre ho parlato con diversi pediatri.. e la risposta piu esaustiva ai miei dubbi è stata:si faccia il segno della croce e vaccini sua figlia.
    credo che un genitore debba fare una scelta consapevole.
    oggi come oggi, stiamo attenti a tutto, mangiamo bio usiamo solo prodotti naturali, ci curiamo con omeopatia.. e poi?
    avveleniamo i nostri figli?
    io da giovane madre, ho molti dubbi in merito ai vaccini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credo che come giovane madre si sia mai dovuta curare per malattie come: poliomielite, difterite, tetano, tifo, tubercolosi, vaiolo, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, pertosse, rabbia, brucellosi, meningite A, meningite C, lebbra...

      Chissà qual è il motivo? probabilmente questi patogeni sono diventati buoni e bravi e non vogliono più fare del male a qualcuno

      inoltre come giovane mamma avrà di certo sentito parlare di cose come il cancro alla cervice uterina provocato nel 70% dei casi da papillomavirus, per il quale è stato recentemente introdotto un vaccino

      Elimina
    2. Caro Ligio e cari tutti,leggo bene lo scritto del Dr. Gava e il vero problema che solleva non riguarda l'utilità o meno dei vaccini (che in stati epidemici sono invece fondamentali), ma riguarda l'attuale pratica vaccinale che inocula ben 4 o addirittura 6 vaccini differenti in una sola volta ad un bambino il cui sistema immunitario matura non prima dei 30 mesi. Come sempre, "è la dose che fa il veleno". E' la ragione che fa la buona pratica medica. E la conoscenza dei meccanismi fisio-patologici del corpo. Inoculare 6 antigeni differenti nel corpo di un bambino di 2,5 mesi equivale a immergerlo nella vasca della fossa biologica comunale, non so se rendo l'idea? Chi lo accetterebbe senza conseguenze???

      Elimina
  3. Paolo Interinante29 ottobre 2012 23:12

    Rispondendo all'anonimo che non vede prove scentifiche. Viene in mente il recente ritiro di vaccini pericolosi, le recenti sentenze di condanna per danni da Vaccini, oppure le scoperte fatte da scienziati che hanno riscontrato sostanze altemente tossiche, calcerogene e nocive più delle polveri sottili, le nanoparticelle. Ma lei, così esperto saprà dare risposte a tutte queste cose?! Ma non le dia a noi, vada a dirlo a tutti i genitori di bambini danneggiati dai vaccini, oppure a chi li ha persi e si impegna ogni giorno per far sì che altri non possano cadere in questa trappola.
    Si faccia un esame di coscienza prima di accusare chi cerca di far sapere come stanno realmente le cose ed abbia almeno la conpiacenza di usare argomentazioni valide.
    Mi scuso con gli amministratori del blog, ma certi accusatori senza volto e spina dorsale, non si possono più sopportare. A causa di persone come loro, il mondo stà andando in rovina.
    Saluti a voi del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Paolo, lei come esperto saprà sicuramente che "cangerogeno" non si scrive con la "L".

      A parte questa piccola nota grammaticale, le sue spiegazioni perchè non le va a dare ai genitori i cui figli sono stati resi disabili da un infezione da poliovirus o che sono morti per il vaiolo o per una qualunque malattia che ho elencato alla giovane mamma più su.

      Si faccia un esame di coscienza, prima di accusare chi cerca di farvi capire che aver accesso a un sito internet, non fa diventare premi nobel incompresi

      Elimina
  4. Grazie per il suo contributo non richiesto "Signor" Ligio. Noi abbiamo il nostro pensiero e Lei il suo, se ne faccia una ragione. Noi non abbiamo mai detto di essere Nobel e non ci pensiamo affatto. Non dobbiamo certo metterci a dimostrare qualcosa a chi guarda senza vedere.
    Spero troverà siti che sia alla sua altezza.
    Saluti.

    RispondiElimina
  5. Fronte libero: il sito in cui la scienza diventa un'opinione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Tuttavia la ricomparsa della malattia è sempre possibile ed è importante continuare a sorvegliare attentamente la suapossibile reintroduzione nel nostro paese, in quanto sono in corso focolai epidemici di polio in Paesi della Regione Europea ed Africana, non così lontani da noi." dal sito del ministero della salute.

      il pericolo di reinfezione resta in quanto ondate migratorie da regioni in cui il virus è endemico, porterebbe ad un rapido e incontrollato aumento dei casi in una popolazione immunologicamente esposta. (es. la tubercolosi, si riteneva eradicata dai paesi industrializzati, poi nel 93 è stata dichiarata emergenza sanitaria mondiale).

      Infine tu citi ciarlatani come bechamp (uno streptococco diventa uno staffilocco per magia, come se domani mi veglio e sono diventato un cavallo), hamer (la bambina si è ammalata di cancro perchè mangia cotolette) ed ehret (il più grande di tutti, che dice che abbiamo il muco nelle vene -.- ), che hanno invetato favole degne di tolkien e vuoi affrontare l'argomento seriamente?

      Elimina
  6. Se la vaccinazione coatta non ha controindicazioni per quale ragione è stata varata la Legge 25 febbraio,1992, numero 210 (Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati) ?
    Infine, perché approvare il Decreto 12 dicembre 2003 (Nuovo modello: segnalazione di reazione avversa a farmaci e vaccini) se la procedura è regolare e non ci sono complicazioni sanitarie nella popolazione pediatrica, come da sempre propagandato dal Ministero della salute ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro leonardo, non ci sono procedure senza controindicazioni, a partire dal fatto che si può sviluppare un'ipersensibilità verso qualunque molecola esterna o interna al corpo e in qualunque momento.

      La vaccinazione obbligatoria è una misura necessaria per salvaguardare la salute dell'intera popolazione (Es. http://it.wikipedia.org/wiki/Mary_Mallon e la vaccinazione per il tifo obbligatoria per cuochi ecc)

      Gli eventuali danni provocati da un vaccino sono la conseguenza dell'utilizzo massivo del farmaco su milioni di persone, nel momento in cui entrano in gioco miliardi di variabili derivanti, in primis, dal genoma di un individuo.

      Un centianio di reazioni avverse su milioni di reazioni positive sono statisticamente irrilevanti sull'effecacia del vaccino, tuttavia vanno comunque tutelate le persone che hanno riposto la loro fiducia nel SSN (da cui i risarcimenti).

      Elimina
  7. Paolo Interinante31 ottobre 2012 06:35

    Perdonate Ligio, che ancora capiarbamente cerca come molta altra gente di difendere, ad oltranza le proprie convinzioni, anche se errate. Aimè!!! se dovessimo toglierle anche quelle che ne sarebbe di loro. Si svegli caro Ligio e tutti quelli come lei,che attraverso la vostra incredulità dettata anche dalla vostra indifferenza, state dando forza e potere a chi sempre di più vuole relegare questa umanità in un recinto di polli da allevamento, semplice carne da macello e limoni da spremere. Oggi non possiamo più dire non so, non sapevo, non mi riguarda, ciò non condurrà nessuno da nessuna parte. E tempo questo in cui ognuno s'assuma le proprie responsabilità, decidendo chi vuole essere ed esprimendolo nei fatti. Solo riprendendo in mano il destino delle nostre vite con responsabile consapevolezza riusciremo finalmente ad uscire dalle "gabbie" e ad essere veramente liberi. Si documenti, legga, si informi, a nessuno oggi e più preclusa la ricerca della verità !!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sig paolo, si documenti lei su qualcosa che non sia stato scritto da un tredicenne

      http://www.imagebam.com/image/0b10a2217867970

      Elimina
  8. Caro Ligio perché non prova a rispondere nel merito delle domande su indicate, una per una e senza tergiversare sulla sua presunta "competenza scientifica".
    Per comodità gliele riporto qui di seguito.
    1) Perchè il vaccino esavalente contiene 4 vaccini obbligatori e 2 non obbligatori, e non sono disponibili nei centri vaccinali i dosaggi singoli?

    2) Perchè la scoperta di particelle non biodegradabili e non biocompatibili, in alcuni casi anche metalli pesanti, nei vaccini (vedi ricerca Montanari/Gatti), riconosciute dall’intero mondo scientifico come dannose, non ha portato all’immediata sospensione precauzionale dell’attività vaccinale pediatrica e non?

    3) Perché quelle particelle sfuggono ai controlli che, secondo la dottoressa Stefania Salmaso, direttrice del Centro Nazionale di Epidemiologia, vengono eseguiti su tutti i lotti (Il Salvagente n. 38, pag. 41).

    4) Perchè, visto che un bambino in vita sua non si ammalerà mai di 6 virus contemporaneamente, gli viene inoculato l’esavalente in un’unica seduta e in un momento in cui il suo sistema immunitario è immaturo?

    5) E’ vero che in determinate regioni il pediatra guadagna soldi per ogni bambino vaccinato?

    6) Perchè indicare un limite di prescrizione alla richiesta di danno da vaccino ed emotrasfusione, quando invece i danni sono permanenti e in molti casi mortali?

    7) Quale sarà la reazione del Ministero e dell’Istituto Superiore di Sanità all’ondata di ritiri di vaccini in vari paesi del mondo?

    8) L’art. 32 della Costituzione recita che nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. L’art. 3 stabilisce che tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge. Eppure le vaccinazioni sono obbligatorie in certe regioni e non in altre. Perché i cittadini della Repubblica italiana sono trattati in maniera disuguale e, dunque, anticostituzionale?

    9) Perché i genitori non vengono messi in condizione di scegliere davvero, informandoli in sede di vaccinazione, per iscritto, con dati e statistiche, circa i rischi di danni neurologici e altro in seguito a reazione da vaccino?

    10) E’ vero che i dipendenti della Sanità non possono rilasciare dichiarazioni circa i vaccini, pena il licenziamento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con grande piacere :)

      1) l'esavalente è stato introdotto recentemente in "sostituzione" del vecchio trivalente. l'uso di vaccini combinati non è nuovo alla pratica medica, es. il DPT (difterite-pertosse-tetano). In questo vaccino, la componente della pertosse provoca una forte risposta infiammatoria, in modo da aumentare l'efficacia del vaccino. La invito a informarsi meglio sui vaccini singoli, in quanto sono perfettamente disponibili (antitetanica per es) per altri vantaggi, anche semplicemente economici, http://books.google.it/books?id=mQI1Jgv3U3MC&printsec=frontcover&dq=Igiene,+medicina+preventiva+e+sanit%C3%A0+pubblica++Di+Paolo+Marinelli&hl=it&sa=X&ei=33CRUKO-AoWRswanjYDwBg&ved=0CDQQ6AEwAA#v=onepage&q=Igiene%2C%20medicina%20preventiva%20e%20sanit%C3%A0%20pubblica%20%20Di%20Paolo%20Marinelli&f=false Ma va bene qualunque libro di igiene.

      2) Cito paracelso:"è la dose che fa il veleno". La scoperta delle nanoparticelle non è così eclatante come crede. Ci sono antichi campioni di polmone di operai londinesi della metà dell'800, in cui i macrofagi alveolari gia mostrano inclusioni da polveri sottili.
      Queste molecole, come l'idrossido di alluminio, sono utilizzate da sempre come ADIUVANTI, necessari per l'efficacia del vaccino, anche per la loro tossicità o per caratteristiche ancora "uniche".

      3) Ho cercato le dichiarazioni della dottore salmaso, ma non ho trovato niente di chè. La dichiarazione riguardante i vaccini, parlava degli adiuvanti, ma gli adiuvanti non "sfuggono", vengono messi volontariamente.

      4) innanzitutto perchè quei "virus" (sono virus, tossine e batteri) colpivano in epoca pre-vaccinale principalmente l'infanzia e diventa superfluo vaccinare i morti, in secondo luogo il sistema immunitario non è affatto immaturo ma perfettamente capace di rispondere ai vaccini e produrre una memoria immunologica o sarebbe realmente inspiegabile perchè i bambini hanno delle allergie o malattie autoimmuni

      5) Bho, non mi interesso di economia

      6) Lo scopo del vaccino non è fare danni, ma EVITARE che l'infezione del patogeno "in forma" faccia danni. I danni del vaccino sono collaterali e inevitabili. Consideri per un attimo l'efficacia del test del DNA per, ad es, individuare un criminale, un efficacia quasi assoluta; applicate ora questa variabilità ad una previsione dei danni collaterali di un vaccino.
      Ci sono piccoli danni quasi certi (gonfiera nella zona di incolazione, dolore, febbre...) e danni che tendono all'eclatante. Ovviamente sul TG non fanno un servizio su un febbre dopo il vaccino, ma su gravi danni. Il punto è che non si può prevedere l'effetto su 6 miliardi di individui differenti.

      Il resto lo rispondo dopo o domani

      Elimina
  9. Vaccini ritirati, l'esperto: ''Pochi test e procedure frettolose''
    Tom Jefferson, della Cochrane Collaboration: "Messi a punto in pochi mesi".

    http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?idSezione=18124&idSezioneRif=26

    RispondiElimina
  10. Non si accettano offese parolacce o bestemmie. Rispetto e civiltà sono ben accetti.
    Lo trova scritto ben chiaro. Non si permetta più di darci dei Nazisti o di usare parolacce in questo spazio!!! Si trovi altri posti dove sfogare le sue illazioni, più consoni alla sua natura. Se non è capace di confrontarsi con gli altri senza offendere o lanciare accuse, passi oltre e stia al suo posto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto,. e complimenti per le relazioni di Pico. Esistesse un vaccino per l'ignoranza e l'arroganza... :)

      Elimina
  11. UN GRANDE EVENTO, PER LA “PRIMA VOLTA AL MONDO”.
    Al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, e a tutti i Capi di Stato del mondo.
    Questo toponimo, nel quale sono incisi solo due nomi, Marco e Andrea Tremante, vuol raffigurare l’immagine di moltissimi altri esseri, per ora, ancora senza nome che sono stati immolati sull’altare di una pseudo-scienza speculativa che, ancora domina nel nostro Stato sul piano economico imponendo il suo volere che si traduce nell’obbligatorietà della pratica vaccinatoria. Solo la Regione Veneto, in tutto il nostro Paese, l’ha tolta ufficialmente fin dal gennaio 2008. Perché le altre regioni italiane non hanno seguito questo esempio? Perché il dramma delle reazioni avverse, anche mortali, alle vaccinazioni è stato e vuole ancora rimanere un “TABU’”? Perché queste “VITTIME” non sono ancora considerate “EROI” come chi è deceduto in guerra, si dice, per il bene della Patria? Le chiedo, signor Presidente, di fare appello alla sua sensibilità e alla coscienza di ogni italiano, che lei legalmente rappresenta, in modo tale che anche queste sfortunate creature possano riposare in pace avvolte dal “tricolore”.
    Giorgio Tremante, padre di Marco, Andrea e di.....Alberto.
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=234192989953277&set=a.109516082420969.5549.100000877344712&type=1&ref=nf

    RispondiElimina
  12. QUANDO UNO STATO DIVENTA "ASSASSINO"?
    QUANDO, VENENDO A CONOSCENZA DI INNUMEREVOLI EFFETTI NEGATIVI GRAVI CAUSATI DALL'USO INDISCRIMINATO DI CERTE PRATICHE, ANZICHE' RENDERLI PALESI, LI NASCONDE E MANTIENE INALTERATO L'OBBLIGO DI QUESTE PRATICHE PSEUDO-SANITARIE ALTAMENTE PERICOLOSE, SENZA NEMMENO CURARSI DI PREDISPORRE ACCERTAMENTI PREVENTIVI FATTIBILI PER EVITARE LE POSSIBILI CONSEGUENTI TRAGEDIE. http://www.facebook.com/?sk=messages&tid=1694710127856#!/photo.php?fbid=1017122520708&set=a.1017113160474.2003342.1604470486

    RispondiElimina
  13. C'E' QUQLCUNO AL MINISTERO DELLA SALUTE CHE NON RISPETTA LE LEGGI E LA COSTITUZIONE. SFACCIATAMENTE CONTINUA A MANIPOLARE E NASCONDERE I DATI DEI DANNEGGIATI DA VACCINO CHE DOVREBBERO ESSERE PUBBLICI. CI APPELLIAMO AL PRESIDENTE NAPOLITANO PERCHE' INTERVENGA E FACCIA ACCERTARE EVENTUALI IRREGOLARITA'. PERCHE' I NOSTRI FIGLI, CHE ATTENDONO GIUSTIZIA DA MOLTI ANNI, L’ABBIANO DA “VIVI” E NON DA “MORTI”!
    http://www.facebook.com/?sk=messages&tid=1694710127856#!/photo.php?fbid=1017122520708&set=a.1017113160474.2003342.1604470486

    RispondiElimina
  14. PERCHE’ L’OBBLIGO VACCINALE E’ STATO ABOLITO UFFICIALMENTE DAL GENNAIO 2008 SOLO NELLA REGIONE VENETO?
    Perché l'Ufficio Sclining della Regione Veneto ha fornito al Ministero della Salute dati ufficiali raccolti dal 1994 al 2005 dove sono evidenziati 3662 casi di danni, più o meno gravi, prodotti dai VACCINI. Guardate le statistiche ufficiali:
    Essendo stato nominato fin dal marzo del 2007 dal Ministero della Salute quale Rappresentante dei Danneggiati da Vaccino italiani sto insistendo perché sia eseguita la stessa ricerca in TUTTE LE REGIONI ITALIANE, al fine di appurare se quel "teorema" COSTO/BENEFICIO, che ci hanno fatto credere, è ancora valido o, in caso contrario debba essere rivalutato PUBBLICAMENTE.
    Perché il Ministero SI RIFIUTA di fare questa ricerca?
    Mandate lettere, fax, e mail al Ministero per costringerlo ad eseguire questa ricerca su tutto il territorio nazionale.
    Ne va della SALUTE NOSTRA e, soprattutto, quella dei NOSTRI FIGLI!!
    http://www.facebook.com/l/3f5b8;www.tremante.it/index_file/Page1602.html

    RispondiElimina
  15. Pregiatissimo Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano,
    Già nell’ottobre del 2006 le feci pervenire il libro “Maggiorenne e Vaccinato o...diritto alla vita?”, ricevetti allora una lettera di risposta dal suo Consigliere per la Stampa e l’Informazione nella quale si può leggere tra le altre cose:<< ,,,il Presidente.....mi incarica di ringraziarLa per l’invio del libro “Maggiorenne e Vaccinato” in cui descrive la drammatica vicenda vissuta dalla Sua famiglia a causa della prematura scomparsa dei suoi figli Marco e Andrea, vittime del vaccino antipolio.
    Desidero rappresentarLe i sentimenti di vicinanza del Capo dello Stato per le tragiche perdite subite, ed esprimerle altresì l’apprezzamento del Presidente per il coraggio e la forza con la quale si sta battendo affinché il problema degli effetti collaterali legati alle vaccinazioni obbligatorie venga affrontato dalle istituzioni competenti con determinazione.>>. Mi viene così da chiederLe accoratamente, Signor Presidente, dal 2006 ad oggi che cosa è cambiato? Quante altre vittime di queste assurde pratiche spacciate per prevenzione, si sono aggiunte al già lungo elenco degli anni precedenti? Credo Signor Presidente che sia ora che qualcuno, delle istituzioni competenti, com’è detto nella lettera, invece di continuare a rassicurare bonariamente la popolazione com’è uso ancora oggi fare, indaghi realmente ed approfonditamente per definire finalmente quel famoso e sempre tanto decantato parametro “COSTO/BENEFICIO” per appurare finalmente con precisione il numero dei danni da vaccino avvenuti, oltre a quelli ufficiali delle statistiche della sola Regione Veneto hanno potuto evidenziare nell’arco degli anni dal1995 al 2005. Il sottoscritto, incaricato fin dal 2007 dal Ministero della Salute quale Rappresentante dei Danneggiati da Vaccino italiani, giacché in sede Ministeriale ha già portato questi dati, purtroppo però in quella sede si sta continuando a fare “orecchie da mercante”, Le chiedo accoratamente, col cuore di padre in mano, che tali ricerche, che, ripeto, fino ad ora sono state eseguite solo dal Veneto, vengano estese nell’intero territorio nazionale, al fine di evitare ulteriori inutili tragedie come quella che la mia famiglia, oltre ad innumerevoli altre, è stata costretta a subire.
    http://www.facebook.com/pages/GiorgioNapolitano/51720806778?ref=mf#!/photo.php?pid=259356&o=all&op=1&view=all&subj=51720806778&id=100000877344712

    RispondiElimina
  16. INFORMATEVI, non fate come gli allocchi che chiudono gli occhi per non vedere. L'AIDS non è una maledizione caduta dal cielo, è stato volutamente trasmesso con l'uso indiscriminato che si è fatto e che si fa ancora del VACCINO antipolio. Se andate a verificare i dati statistici UFFICIALI dell'OMS, che risalgono al 1988, vi renderanno conto di come, nell’emisfero Latino Americano si può notare la grande differenza fra il Brasile e tutte le altre nazioni limitrofe del numero di casi di AIDS che sono stati catalogati in questa ricerca statistica eseguita dall’OMS. Vi chiederete il perché di questa stridente differenza? Ve lo spiego subito: “IL Brasile, a quell’epoca, era stata l’unica nazione che aveva già eseguito le campagne di vaccinazioni di massa. In confronto delle altre nazioni che non le avevano ancora iniziate, vaccinando anche per la poliomielite. Inoltre, vi chiederete anche il perché proprio il vaccino per la polio possa aver innescato la malattia? Vi posso spiegare anche questo: “Questo vaccino è ricavato da una cultura di cellule delle reni della scimmia; la quale scimmia è geneticamente PORTATRICE SANA del virus HIV, oltre ad un altro virus, l’SV40 che è un virus oncogeno (che genera TUMORI nell’essere umano). Queste informazioni sono state volutamente nascoste per mantenere inalterato il pregio che è attribuito alle vaccinazioni indicandole quale strumento ideale per aver debellato le malattie infettive. Nello stesso tempo però si tenta anche di nascondere l’effetto che i vaccini hanno prodotto nell’incremento di MALATTIE IATROGENE DEGENERATIVE che le campagne di vaccinazione di massa hanno prodotto. Perché questi dati sono nascosti? Evidentemente un perché deve esistere. Oggi viviamo in un mondo GLOBALIZZATO e, per questo motivo e per certi interessi prevalentemente economici, dobbiamo essere MEDICALIZZATI ad ogni costo. Pensateci bene, ponetevi la domanda se può essere vero ciò che ho scritto? L’uso indiscriminato delle vaccinazioni ha indebolito le difese immunitarie dell’umanità, ma nel frattempo ha salvato l’economia di molti stati e, non per ultimo, l’opulenta economia delle multinazionali che producono farmaci e vaccini.
    http://www.facebook.com/giorgio.tremante?ref=profile#!/photo.php?pid=31449778&o=all&op=1&view=all&subj=26449774461&id=1604470486

    RispondiElimina
  17. QUESTI FATTI DEVONO ESSERE ANCORA TACIUTI ???
    Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bensì uscire da quella "zona grigia" in cui tutto è abitudine e rassegnazione passiva, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi. (Rita Levi Montalcini)
    Proprio lei, cara Rita Levi Montalcini ha pronunciato queste parole? Allora perché, nel 1980, dopo avermi proposto, forse su sollecitazione dell'allora Presidente Sandro Pertini, di farmi conoscere i più grandi genetisti a livello mondiale per cercare di risolvere il caso dei miei gemelli Andrea e Alberto colpiti, si diceva allora, da una malattia MISTERIOSA. Come mai, quando io venni a Roma per incontrarla ed accogliere le sue proposte invece di ricevermi mi sbatté letteralmente la porta in faccia? E' stato forse perché aveva appreso che già qualche giornale aveva scritto e ventilato che la malattia dei miei figli poteva essere attribuita a un DANNO VACCINALE? Era questo il comportamento e l'onestà morale oltre alla deontologia professionale che una scienziata del suo calibro doveva tenere verso un padre disperato che si rivolgeva a lei perché non capiva la causa della malattia dei suoi figli e della morte del primo? Già, ma forse la correlazione con la malattia dei miei figli col DANNO VACCINALE, era scomoda più che per lei per una certa casa farmaceutica, senza far nomi, la FIDIA alla quale lei era molto legata, per la grande spinta che le aveva dato perché le venisse attribuito il PREMIO NOBEL? E' risaputo ormai tutto di questa squallida vicenda, che la collega all'appoggio che la sua immagine di grande scienziata, dette allora a questa casa farmaceutica supportandola nella commercializzazione di un certo prodotto dal nome CRONASSIAL! Ecco perché, a causa di questi eventi la sua immagine di grande scienziata, secondo me, si dovrebbe sciogliere come neve esposta al sole. Ma nonostante questi fatti e la sua veneranda età, lei è rimasta ancora impavida a combattente e a difendere certi interessi, probabilmente legati più al commercio di certi prodotti che ad un qualcosa di veramente "scientifico" e utile all'umanità. http://www.facebook.com/note.php?note_id=152497261455020&id=125017774179718

    RispondiElimina
  18. Cara nonna Rita, mi permetta di chiamarla così vista la sua veneranda età. Si è mai forse resa conto che con il suo modo d’agire, non in difesa di valori umani ma semplicemente in difesa di certi interessi, si è resa forse complice di un altro GENOCIDIO? Ogni anno nella giornata del “RICORDO” in ogni dove si commemorano le innumerevoli vittime dell’OLOCAUSTO, milioni di persone che sono state immolate a causa dell’EGOCENTRISMO di un certo personaggio storico. Non le è mai passato per l’anticamera del cervello che quell’olocausto si è per anni ripetuto e si ripete ancora, non più, nei “Lager Nazisti”, ma quotidianamente in ogni dove, non più in certi luoghi chiusi e sorvegliati a vista da guardie armate, ma a cielo aperto sotto l’intera volta celeste, per mezzo dell’uso indiscriminato che si continua a fare di certe pratiche assai pericolose che vengono continuamente SPACCIATE PER PREVENZIONE. Con l’uso indiscriminato che se ne fa ancora, senza alcun accertamento preventivo e nessuna cautela, hanno purtroppo prodotto e stanno provocando tuttora, innumerevoli danni all’umanità? Mi auguro che la sua coscienza possa prendere in considerazione questa REALE POSSIBILITA’, volutamente sempre mantenuta nascosta. Le auguro perciò volentieri ancora lunga vita, ma si ricordi che, alla fine, ognuno di noi dovrà render conto del suo comportamento, davanti a un Dio Creatore o, se non si crede in Lui, davanti alla Storia dell’Umanità. Non è assolutamente mia intenzione offendere la sua persona, ma ricordarle semplicemente, un certo passato perché possa ancora, finché ne è in tempo, porvi rimedio oggi in questo nostro presente.

    RispondiElimina
  19. Vorrei aprire una discussione importante per tutti noi ma specialmente per i nostri figli : I VACCINI SONO UTILI, INUTILI O DANNOSI? I VACCINI FANNO SOLO BENE O CAUSANO MALATTIA E MORTE? Resto a vostra disposizione e aspetto le vostre risposte.

    RispondiElimina
  20. Per noi è certo che i vaccini provochino danni, ma molte persone credono ancora a quello che gli viene riferito dala televisione o dal medico. Per questo è necesario svegliare le persone sopite ed informarle sui reali pericoli.
    Il Governo taglia alla sanità e alla ricerca, però regala milioni alle case farmaceutiche per far vaccinare tutti. Qualcosa non torna! Non vi sembra?

    RispondiElimina
  21. "Se mi si dimostra che le mie idee e le mie azioni sono sbagliate, sarò felice di cambiare perchè ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno mentre ne riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza." - Marco Aurelio Antonino

    RispondiElimina
  22. QUANTE PAROLE INUTILI SENZA INFORMAZIONE...PENSATECI BENE PRIMA DI VACCINARE
    http://www.tuttosteopatia.it/wp-content/uploads/ce09296261ffee093daf04d53b36f532.pdf

    RispondiElimina
  23. Un mio amico tetraplegico un giorno in cui parlavamo di vaccini mi disse :" se mio padre avesse creduto nei vaccini oggi non mi troverei su una sedia a rotelle". A rovinarlo era stata la poliomielite.Per la verità quando si tratta di vaccinare i propri cari si è sempre assaliti da dubbi mentre parlarne in modo "asettico" è assai più semplice.

    RispondiElimina
  24. Dico solo una cosa: pensate davvero che le vaccinazioni siano solo inutili e dannose, servano solo per guadagnare soldi? Vi faccio un esempio: per sviluppare un nuovo vaccino servono numerosi test, innanzitutto lo sviluppo del vaccino ricombinante (moooolto costoso). Poi ci sono i test sugli animali e, se vengono passati, si passa alla sperimentazione umana (sono volontari), che consta di tre step: prima su un centinaio di persone; poi su alcune centinaia; poi su decine di migliaia. Infine, il prodotto è commercializzato e se ne valuta l'efficacia e la durata dell'effetto. Queste procedure richiedono anni, e milioni di euro di finanziamenti. Solo per il vaccino contro il papillomavirus ci sono voluti 40anni. Non era molto più semplice lasciare che la gente si ammalasse e vendere loro le medicine, fruttando un'enormità di denaro, senza spendere una lira? Domandatevi questo, quando vi chiedete a cosa servano i vaccini
    PS: 2 miliardi di persone: è il numero stimato di persone che posseggono il batterio della TBC, contro cui NON esiste un vaccino. La terapia dura 6-9mesi, di farmaci presi tutti i giorni. Pero si cerca di sviluppare un vaccino. Che spreco di soldi, non credete?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlando solo di soldi e null'altro.
      Devo dunque credere che una SPA dopo anni di lunghi, faticosi e costosissimi test (per milioni e milioni di euro) sia per onestà intellettuale disponibile ad annullare l'iter (possibilmente a metà strada od oltre, dopo aver speso qualche centinaia di milioni di euro) laddove dovesse il gruppo di studio riscontrare inefficacia accettabile o dubbi di sorta?
      Nella storia recente non di rado si è arrivati al ritiro di taluni vaccini (non influenzali), pertanto tali dubbi sono legittimi. Altresì sull'affermazione "Infine, il prodotto è commercializzato e se ne valuta l'efficacia e la durata dell'effetto" avrei diverse domande da porre, tipo:
      Chi autorizza la commercializzazione? Alla luce di quali dati, quelli dello stesso produttore? Scusami ma la loro affidabilità è dal mio punto di vista quantomeno discutibile (dati i fatti storici)... e fare da cavia per loro non ritengo ad oggi sia la cosa giusta per mio figlio di pochi mesi. Preferirei che venisse accertata prima l'efficacia.
      Per esempio, se vai sul sito .com della Novartis e selezioni la sezione "Investors" cercando troverai l'"Annual Report 2012": leggendo il valore di Net sales (= fatturato) sono più di 56 MILIARDI DI DOLLARI IN UN SOLO ANNO UNA SOLA SOCIETA'.
      Che siano i cattivi? Non credo, ma tutti quei soldi potrebbero portare ad avere atteggiamenti, per così dire, solo affaristici... Io sarei tentato, ma sono un debole. Che sia invidia la mia? Non lo escludo a priori.
      Io rimango nel dubbio e non solo per quanto riguarda l'aspetto economico...

      Elimina
    2. Penso che quando si vuole per forza trovare un vaccino per qualsiasi cosa, senza chiedersi la natura di quella cosa e le ragioni del suo verificarsi, le ragioni di tanto spasimo siano un po' più prosaiche di quello che si è tentati - e convinti - credere.
      Dici dei miliardi di tubercolotici che sono malati? Perchè solo 2 miliardi? Perchè non si guarisce? Perchè la TBC è sempre più carogna?
      Se i miliardi che spendono per un vaccino (inefficace) li spendessero per capire come mai la TBC è così recrudescente, forse si potrebbe scoprire che di vaccino non c'è più bisogno, ma solo di una vita che non minacci la persona ogni giorno. Hamer Docet!

      Elimina
    3. Dalla TBC si può guarire ma anche qui è tutto relativo. Il problema non è il micobatterio in sé, ma la reazione immunitaria necessaria alla sua eliminazione, perché ha effetti devastanti sui polmoni. Quindi si sa già perché dalla TBC è difficile guarire, basta andare su wikipedia o su qualunque testo di microbiologia o qualsiasi fonte esistente per scoprirlo, non è un segreto di Stato. Inoltre, il problema che si sta presentando è l'insorgenza di ceppi resistenti ai farmaci utilizzati per la sua cura.
      Di vaccini non ce n'è bisogno? Ma, in realtà, chi scrive sa a cosa serve un vaccino?

      Elimina
  25. Ti sei chiesto la ragione di tanta recrudescenza? Sarà mica che la Natura abbia un disegno ben più complesso - e sconosciuto - da perseguire?
    Ma io ti chiedo anche: come abbiamo fatto a giungere fin qui dopo un milione di anni?
    Come mai non ci siamo estinti, se la TBC è così cattiva e non solo lei?
    Prima della comparsa dei vaccini sono morti tutti gli umani?
    Siamo proprio sicuri di essere sulla strada giusta?
    Comunque sono un infermiere con tre anni di studi, so bene a cosa serve un vaccino. Quello che non riesco a capire è a chi serva davvero il vaccinarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be se non lo sai e sei infermiere allora non so proprio cosa fare.....hai notato che nei paesi ricchi si muore esponenzialmente di meno? che si vive molto mooolto più a lungo? Che muoriamo principalmente di malattie da ricchi, cioè cancro, autismo, malattie genetiche ecc, dovre prima un'influenza spazzava via paesi interi? Non siamo morti tutti semplicemente che esiste una DIVERSITA BIOLOGICA nella nostra specie? TBC cattiva? ma cosa vuol dire? che noi siamo i buoni? E poi, disegno della natura da perseguire? Per favore, io cerco di essere obiettivo, non parlo di fantascienza.

      Elimina
  26. Io ho capito benissimo dove vuole arrivare Giorgio!
    Caro anonimo (per favore datti un nick name qualsiasi così facilitiamo la conversazione), Giorgio non è un infermiere qualsiasi. è un infermiere che conosce le 5 leggi biologiche e a chi le conosce risultano chiare le riflessioni che fa. Sono fatte in maniera "allopatica" diciamo per avvicinarle al tuo bagaglio di conoscenze, ma con la mente rivolta alle scoperte di Hamer.
    Prenditi la bega di studiartele bene,… vedrai che il discorso cambia!

    Ciao, pierluigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pierluigi,
      ho dato uno sguardo alle 5 leggi,e in effetti il discorso cambia. Sono rimasto un po' allibito. Cioè, mi sembra che voi seguiate quelle robe là messe a caso che ci sono scritte come fosse un sermone religioso. Il tumore si risolve da solo? Poretto te, vedi i malati di cancro quanti mesi rimangono vivi, con o persino senza cure. I virus e tutti i sono nostri simbionti? prova a convivere con l'HIV, la rabbia o la neisseria, e vedrai quanto ti vogliono bene. Definire quella robaccia allopatica, è offensivo. Quella è roba che potrei scrivere anch'io o un ragazzino di 16 anni in un paio d'ore, e con molta fantasia.

      Elimina
    2. Mi sa che non hai letto molto bene o tutto. Ma non siamo qui a volerti convincere di nulla. Usare la medicina convenzionale non è un crimine, come non lo è non volerla adottare. Alla fine quello che conta è scegliere e avere il coraggio delle proprie scelte.
      Io ricorro alla medicina convenzionale se mi serve, se non percepisco la sua utilità, non so che farmene. Le paure sanitarie indotte a fini industriali e finanziari, sono cose da criminali.
      Purtroppo la NMG non è una pratica medica per chi sta male in questo mondo della medicina meccanicista. Hamer lo ha detto chiaramente: I malati trattati dalla medicina convenzionale, sono quelli che ricevono i risultati peggiori se incappano nella NMG, perchè sono sballottati dalla disperazione e dalla paura.
      La NMG è la medicina di chi sta bene e vuole continuare a rimanere in salute. Se fai un pochino di mente locale, capisci da solo l'enorme potenziale della NMG.
      Però credo che tu sia con la testa nella "medicina scientifica" e annebbiato dai suoi convincimenti e dalle sue deduzioni matematiche.
      I'm so sorry.
      Però stimo ugualmente la tua coerenza. Ciao :-)

      Elimina
  27. Io non so che dirti. Io la "scienza" medica la vedo applicata ogni giorno e conosco le sue conseguenze. Se vivere più a lungo significa morire di sanità, allora penso che sia meglio vivere un po' meno e lasciare spazio alla Natura. Ci ha portati fino a qui, ma noi vogliamo andare chissà dove. Forse la non ci arriverete. io intanto mi fermo qui.

    RispondiElimina
  28. Tanto per....

    http://frontelibero.blogspot.it/p/ricerche-scientifiche-che-condannano-i.html

    http://frontelibero.blogspot.it/2012/10/80-medici-statunitensi-denunciano-la.html

    RispondiElimina
  29. Pensa Nicola, per smentire tutto quello che stiamo dicendo basterebbe andare a verificare i casi di TBC e vedere se si riscontano nella persona interessata da tubercolosi un tumore in soluzione di organi appartenenti all'endoderma o al mesoderma antico. Avrai capito perchè, giusto?
    Nessuno è riuscito mai a smentire quello che Hamer afferma, basterebbe dimostrarlo una sola volta e lui e tutti i suoi seguaci rinnegherebbero tutto. Qualcuno in passato ci ha provato, ma senza successo, tanto che stanno cercando di annientarlo con ogni mezzo, ma ancora non ce l'hanno fatta.
    Hai mai sentito nel tuo campo di medicina qualcuno che ti fornisse al 100% la causa di un tumore?
    Lui è così scemo di dire che se si sbaglia una sola volta si toglie di mezzo da solo!
    In passato metodi di cura dei tumori adottati da "eretici" tipo Bonifacio, Di Bella, Simoncini hanno ottenuto dei successi, la tua "medicina" sa spiegare il perchè? E mi sai dire anche perchè altre volte non sono serviti a nulla? La NMG spiega anche questo!
    Non basta leggere solo alcuni concetti della NMG, devi prenderla senza preconcetti e verificarla, soprattutto su te stesso, solo allora potrai screditarla.

    Con simpatia,
    pierluigi.

    RispondiElimina
  30. Per favore. Non nominare simoncini. Tu ti fidi di uno che dice che il cancro è un fungo? Io scapperei a gambe levate. Meglio che gente del genere stia in prigione piuttosto che far danni. La "mia" medicina è empirica, va avanti per tentativi, come ha sempre fatto, e funziona, in molti casi. Ma il mondo non è semplice, e forse è questo che voi non accettate, e dividete il mondo in buoni o cattivi, onesti e corrotti. Questa mi fa molta paura. Ah, molto esilarante l'esempio di quello che va invbagno, trova un altro e cio gli sconvolge l'equilibrio interno:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto non è se fidarsi o meno, ma i risultati. Cosa sai di Simoncini? Spero non solo quello che ti vogliono far sapere!
      Riguardo al fatto che i tumori sono generati da un fungo e che questo viene neutralizzato dal bicarbonato di sodio, sono del tuo stesso avviso, però i successi ci sono stati, ma la spiegazione é un' altra e la puoi trovare nelle 5 leggi di Hammer, in particolare nei tumori gestiti dal paleoencefalo.

      Bye,
      pierluigi

      Elimina
  31. Senti Nicola, la tua medicina funziona, cioè guarisce le persone? Bada bene, guarire ho detto, non tenere a bada i sintomi.
    Dimmi quali sono le malattie - di cui non conosce ufficialmente l'eziologia - che la "medicina scientifica" guarisce (non tacita i sintomi).
    Noi operiamo una media di 500 colecisti all'anno e l'unica cura che conosciamo è la colecistectomia. Secondo te abbiamo guarito la persona? Abbiamo capito perchè s'è presa la colecistite? Onestamente la medicina sa perchè si formano i calcoli e come fare a guarire la persona?
    Ho fatto solo un minimo esempio. Sai dirmi quando la "medicina di stato" ha guarito un iperteso e ne abbia dimostrato "scientificamente" le ragioni (della guarigione)?
    Ora, considerando che al riguardo di numerosissime malattie, la "medicina scientifica" non sa darne una causa e quindi neanche la terapia per guarire (non controllando solo i sintomi), mi dici quali sono le ragioni per non accettare che altri modi di vedere le stesse malattie, possano essere comunque una strada percorribile? Mi dici tu perchè una persona non possa sapere che ci sono altri modi per (forse) guarire? Simoncini è un cialtrone? Lascia che sia la gente che sceglie il suo metodo a dire se è vero o no. Nessuno ha il diritto di negare nulla a nessuno quando ha a che fare con un male che la scienza stessa non sa trattare con sufficiente coerenza e ripetitività di risultati.
    Sei sicuro di essere un uomo libero, o preferisci che qualcuno eserciti "scientificamente" la libertà di salute al posto tuo?
    Simoncini ha deliberatamente e sensatamente messo a repentaglio la sua vita per ingannare altre persone? Ci credi davvero?

    RispondiElimina

Non si accettano offese parolacce o bestemmie. Rispetto e civiltà sono ben accetti. Gli autori non vogliono sostituirsi alla figura medica e non si accettano richieste di cura. Non è possibile in questa sede rispondere a domande riguardo malattie personali ma, solo in linea generale, a scopo informativo e divulgativo.